Sanremo Anniversary | 1979 / 2019: quarant’anni fa la vittoria di Mino Vergnaghi, ‘meteora’ del Festival di Sanremo ma autore di grandi successi come “Diamante”

Un anniversario al giorno: Optimagazine celebra gli anniversari sanremesi, dal 1959 ad oggi!

16
CONDIVISIONI

Una salopette azzurra, un bel sorriso aperto, una voce dalle venature soul: è Mino Vergnaghi, vincitore dell’edizione-1979 del Festival di Sanremo e una delle più incredibili ‘meteore’ della kermesse sanremese.

Prodotto dalla veterana Iva Zanicchi, già plurivincitrice del Festival di Sanremo, Vergnaghi approdò da esordiente sul palco del Teatro Ariston con la sua “Amare”. Titolo perfetto per il festival dei fiori, ritornello aperto e cantabile, vittoria meritata. Ma qualcosa andò storto.

Dopo la vittoria al festival, la casa discografica che aveva sotto contratto Vergnaghi – la RiFi – fallì. Il brano e l’album d’esordio del ventiquattrenne cantante piemontese non ebbero il successo che tutti si aspettavano. Da quel momento, Vergnaghi ha dismesso i panni del cantante per dedicarsi alla carriera di compositore di musiche per canzoni italiane di successo.

La sua collaborazione con Zucchero ha dato vita alla musica della splendida “Diamante”, scritta con Francesco De Gregori, e alla composizione della canzone “Di Sole e d’azzurro” portata al successo da Giorgia nel 2001 proprio sul palco di Sanremo.

Un festival imprendibile, atipico, quello del 1979, caratterizzato dalla presenza di band e solisti di buon successo come i Camaleonti, Antoine, i Collage e Kim & The Caddillacs, ma anche da presenze del tutto inattese: gli Opera, Enzo Sebastianelli, il comico Enrico Beruschi, Enzo Carella, Franco Fanigliulo, Lorella Pescerelli, Umberto Napolitano.

Meteore al Teatro Ariston? Anche questo è Sanremo!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.