Manca davvero poco ad Android 9 Pie su Samsung Galaxy S8 e S8 Plus? La terza beta lo conferma

Una nuova versione corposa e volta a correggere tanti bug, ci siamo quasi

10
CONDIVISIONI

Oggi 1 febbraio abbiamo una certezza in più sull’aggiornamento Android 9 Pie su Samsung Galaxy S8 e S8 Plus: non possiamo in effetti prendere sotto gamba il rilascio, avvenuto proprio in queste ore e notificato anche da SamMobile, della terza beta del firmware che include anche l’interfaccia personalizzata One UI. Senz’altro una bella notizia, espressione del fatto che gli sviluppatori stanno lavorando di buona lena all’implementazione della versione finale dell’update.

L’ultima versione di Android 9 Pie su Samsung Galaxy S8 e S8 Plus si è appena materializzata nelle due build corrispondenti G950FXXU4ZSAI e G955FXXU4ZSAI. Come già accennato, si tratta della terza versione beta del firmware tanto atteso e tra l’altro, contiene anche la patch di sicurezza dei febbraio, mese appena iniziato.  Il peso totale del pacchetto è di 500 MB e non c’è dubbio che il lavoro svolto agli esperti abbia riguardato in particolare la correzione di bug e di errori di varia natura.

Proprio tra le anomalie corrette nell’ultimo rilascio, la terza beta pone rimedio al mancato funzionamento delle transazioni Samsung Pay con il sensore di impronte digitali. Ancora, dai primi riscontri, sembrerebbero essere stati  risolti i problemi relativi alla chiusura forzata e improvvisa della fotocamera come pure quelli che riguardavano la comparsa di una tastiera al momento dello sblocco con il riconoscimento dell’iride attivato.

Molto probabile è che la terza beta di Android 9 Pie su Samsung Galaxy S8 sia una delle ultime in programma. Buona parte dei bug delle versioni sperimentali precedenti dovrebbe essere stato risolto proprio dal corrente update di mezzo giga. Per questo motivo, è abbastanza plausibile che la versione finale dell’aggiornamento possa giungere anche alla fine di questo mese, almeno in alcuni paesi. Non è detto che gli italiani non siano tra i primi beneficiari dell’adeguamento: d’altronde per l’ammiraglia attuale Samsung Galaxy S9, sempre il firmware Pie non ha tardato ad arrivare. Speriamo che per l’ex top di gamma valga la stessa tempistica.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.