Un rinforzo gradito per Huawei P20 Pro con EMUI 9: in fase di rilascio la B195

Proviamo a concentrarci più da vicino su un pacchetto software che potrebbe fare la differenza per il pubblico

3
CONDIVISIONI

Torna ad essere protagonista in queste ore il cosiddetto Huawei P20 Pro. Dopo le prime apparizioni dell’aggiornamento contenente l’interfaccia EMUI 9 nel periodo natalizio, come probabilmente ricorderete tramite il nostro articolo, oggi 31 gennaio possiamo imbatterci in un nuovo pacchetto software per il device di cui tanto si parla da un po’ di tempo a questa parte. Importante dunque fare chiarezza per il pubblico, soprattutto in riferimento a coloro che al momento non sono del tutto soddisfatti dell’impatto che l’upgrade ha avuto sul dispositivo.

Secondo quanto riportato da HuaweiBlog.de, più in particolare, pare essere iniziata la diffusione dell’aggiornamento B195 per chi dispone di un Huawei P20 Pro, il cui peso secondo quanto trapelato in queste ore dovrebbe aggirarsi tra i 300 e i 400 MB. Impossibile per ora prevedere quali saranno le migliorie apportate dalla prima patch correttiva di Android Pie ed EMUI 9, ma di sicuro sarà importante monitorare gli eventuali passi in avanti per lo smartphone dal punto di vista delle prestazioni generali e sulla durata della batteria.

Di sicuro ci saranno tutte le luci dei riflettori puntate sullo smartphone, considerando quanto sia stato invocato di recente un intervento per ottimizzare ulteriormente le performance di Huawei P20 Pro, al netto del fatto che fino a questo momento non vengono segnalate particolari anomalie con lo smartphone. In Italia, sotto questo punto di vista, dovrebbero esserci novità importanti già nel corso delle prossime ore. O al massimo durante il weekend.

Insomma, dal 31 gennaio sta mettendo piede sul mercato l’aggiornamento B195, in nome di una patch chiamata a migliorare ulteriormente le prestazioni generali riscontrate con Huawei P20 Pro nel corso delle ultime settimane. A voi come stanno andando le cose? Vi ritenete soddisfatti? Commentate pure l’articolo qui di seguito dicendoci la vostra.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.