La Compagnia del Cigno verso il finale di stagione, Matteo e Marioni allo scontro: anticipazioni episodi del 28 gennaio e 4 febbraio

Penultimi episodi de La Compagnia del Cigno verso il finale di stagione su Rai1: la sofferenza di Matteo e del maestro Marioni a confronto

174
CONDIVISIONI

Con gli episodi del 28 gennaio Rai1 proietta La Compagnia del Cigno verso il finale di stagione dopo ascolti record capaci di battere perfino l’evento del ritorno di Adriano Celentano in tv.

Il nuovo doppio episodio della fiction ideata e diretta da Ivan Cotroneo in onda su Rai1 lunedì 28 gennaio alle 21.25 rappresenta il penultimo appuntamento prima del finale di questa prima stagione che andrà in onda alla vigilia del debutto del Festival di Sanremo 2019.

Riprendendo dal finale della quarta puntata – composta da due episodi speciali dedicati al racconto del dramma vissuto dai cittadini di Amatrice col terremoto del 2016 grazie al personaggio di Matteo – il penultimo appuntamento con La Compagnia del Cigno si caratterizza per lo scontro tra il giovane musicista prodigio e il severissimo direttore d’orchestra del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

Matteo (Leonardo Mazzarotto) e il maestro Marioni (Alessio Boni) si confrontano sul dolore del ragazzo per la perdita della madre (interpretata da Giovanna Mezzogiorno), finalmente ammesso a se stesso e anche agli altri compagni, ma è solo il primo passo per l’elaborazione mai avvenuta di un lutto straziante. Una sofferenza che il maestro, apparentemente di ghiaccio ma in realtà tormentato dalla perdita della figlioletta per cui continua a sentirsi in colpa anche dopo molti anni, conosce benissimo e ha affrontato con la stessa difficoltà di elaborazione della perdita. Un confronto, quello tra allievo e maestro, che avrà delle ripercussioni sull’intera classe di musicisti.

Ecco le trame e il promo degli episodi de La Compagnia del Cigno del 28 gennaio, penultimo appuntamento in onda su Rai1 e in diretta streaming su RaiPlay (dove è possibile rivedere le puntate precedenti).

Scoperte

Matteo confessa a tutta la compagnia la verità su sua madre, scusandosi con loro per aver mentito. I ragazzi, per confortarlo, confessano le loro paure: Sofia di perdere il fratello, Robbo di essere separato dalla sorella, Rosario e la sua paura per il futuro e Sata di dimenticarsi del viso delle persone a cui vuole più bene. Rosario viene a sapere che il giudice ha deciso che dovrà seguire la madre a Firenze e si confida con Sara, e la ragazza, dopo aver rischiato di essere investita da un auto, si trova a manifestare per la prima volta la sua fragilità data dalla sua condizione di ipovedente.

Rinascere

Quando il maestro Marioni comunica ai ragazzi che non seguirà più l’orchestra Matteo si sente in colpa e, dopo aver parlato invano con la direttrice, cerca in ogni modo di convincere il maestro a tornate, riconoscendo nello sguardo dell’uomo la sua stessa disperazione capisce che il maestro ha qualcosa di più importante dell’orchestra a cui pensare. L’uomo, infatti, non riesce più a dialogare con Irene che non vuole saperne di tenere il bambino. E disperato e ha deciso di portare a termine la sua vendetta. Rosario chiede a sua madre di poter rimanere a Milano fino alla fine dell’anno per poter sostenere il saggio finale con i
suoi amici, Antonia accetta la sua proposta, ma, nonostante questo, il ragazzo non riesce a non pensare a quando li perderà ed è scontroso con loro.

In aggiornamento con le trame del finale di stagione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.