Meglio aspettare il Samsung Galaxy Note 10? Probabilmente sì

Da subito con il 5G il Samsung Galaxy Note 10: dotato del processore Exynos 9825

61
CONDIVISIONI

Potrebbe esserci un salto generazionale notevole con il Samsung Galaxy Note 10 rispetto agli ormai imminenti Galaxy S10: stando a quanto riportato da ‘PhoneArena.com‘, il produttore asiatico potrebbe sfoderare il processore Exynos 9825 a 7nm con integrato un modem 5G nella seconda parte dell’anno, giusto in tempo per il phablet di prossima generazione. Il 20 febbraio è vicino, ma la vera novità del 2019, per quel che riguarda il colosso di Seul, potrebbe essere rappresentata proprio dal Samsung Galaxy Note 10, che si differenzierà molto più, rispetto al recente passato, dal top di gamma della serie S (di cui finora è stato un’evoluzione per l’integrazione di una SPen, oltre che per un display più grande, ed un maggiore quantitativo di RAM e batteria).

Quest’anno il Samsung Galaxy Note 10 potrebbe montare anche un chipset più veloce, dall’alto dell’Exynos 9825, il primo SoC realizzato a 7nm da parte dell’OEM asiatico (ricordiamo che i Galaxy S10, invece, dovrebbero essere equipaggiati con l’Exynos 9820, con modem 4G, anche se poi potrebbe essercene una seconda variante con supporto allo standard 5G, presentato in un secondo momento, e forse alimentato proprio dall’Exynos 9825, che troverà posto anche sotto il cofano del phablet di prossima generazione).

Ci aspetta un’estate scoppiettante all’insegna del Samsung Galaxy Note 10, che si dice sarà caratterizzato da un ampio display da 6.7 pollici, con compatibilità immediata ai nuovi standard di rete (per cui le infrastrutture sono già pronte in Corea, così come negli Stati Uniti, ed un po’ meno in Europa). Un discorso meritevole di un approfondimento ulteriore non appena avremo tra le mani informazioni maggiormente dettagliate sull’argomento. In ogni caso, quanto sopra detto ci sembra perfettamente plausibile: prima di cimentarvi ad acquistare i Galaxy S10 al day-one, fareste meglio a prendere in considerazione quel che vi abbiamo poco fa riferito (sempre che teniate alla tecnologia 5G).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.