Improvvisa rimozione dai gruppi Facebook, facciamo chiarezza sulle novità del 2019

Estremamente importante approfondire un argomento di cui forse si sta parlando troppo poco in queste ore

66
CONDIVISIONI

Da alcune ore a questa parte si parla moltissimo di una svolta epocale per quanto riguarda i gruppi Facebook, considerando il fatto che l’intenzione del social network sarebbe quella di sfoltire tali community. Sto parlando della rimozione di coloro che non si sono iscritti per propria volontà. Dopo il calo di iscritti riscontrato da diversi admin, si sono rincorse voci fuori controllo sulla decisione del team, tra coloro che hanno minimizzato pensando ad un errore del counter e chi invece aveva maturato un’opinione più catastrofica. Incentrata su un duro colpo che i ragazzi di Zuckerberg avrebbero riservato agli stessi amministratori.

Come spesso avviene in queste circostanze, la verità è nel mezzo. Solo in un secondo momento, infatti, è trapelata una comunicazione ufficiale dello stesso team agli admin, tramite la quale è stata resa nota effettivamente una modifica ai gruppi Facebook. In sostanza, nei gruppi Facebook noteremo una sorta di lista “invitati”, riservata a chi non si è iscritto in modo spontaneo ma solo su invito, senza aver mai visitato la community in questione.

Si è rivelata dunque una bufala la voce secondo cui il team avrebbe rimosso tutti coloro che non hanno mai commentato un solo post all’interno dei gruppi Facebook. Una rimozione che non avrebbe avuto alcun senso e che sarebbe stata figlia di un algoritmo così complesso da non essere concepito nemmeno da Zuckerberg.

Insomma, quanto trapelato nella giornata di ieri in merito ai gruppi Facebook non rappresenta la solita bufala che in modo più o meno diretto coinvolge il social network, come visto qualche giorno fa con il ritorno di Marco Neri e degli account in pericolo per il pubblico. La questione odierna ha richiesto pertanto un approfondimento, ma è chiaro che la storia delle rimozioni da queste community necessiterà a stretto giro di ulteriori precisazioni da parte dello staff dopo quanto vi abbiamo riportato.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.