Chi è Carmen Sandiego e perché il reboot su Netflix non regge il confronto con la serie anni ’90 nonostante l’effetto nostalgia

La famosa serie di videogiochi torna con un nuovo reboot su Netflix, a partire dal 18 gennaio: ma chi è Carmen Sandiego e perché non regge il confronto con il cartoon anni '90?

10
CONDIVISIONI

Chi è Carmen Sandiego e perché tutti la stanno cercando? La generazione anni Ottanta (ma anche prima) avrà senz’altro familiarità con questo nome, poiché molti avevano la serie di videogiochi educativi con protagonisti la fantomatica donna ispanica vestita di rosso. Per il pubblico giovanile, Carmen Sandiego è un prodotto del tutto nuovo.

Per attrarre nuovo pubblico, Netflix ha pensato bene di riportare in auge la criminale, già star di una serie animata anni Novanta, con un reboot fresco e graficamente ammaliante. In questa nuova versione, la protagonista rimane sempre lei, l’imprendibile ladra Carmen Sandiego con il look che tutti conosciamo: lungo cappotto rosso, guanti neri e borsalino in testa. La storia entra subito nel vivo: l’inafferrabile donna sta tentando di mettere a segno un colpo, si scontra con l’Interpol, e nella fuga ritrova un vecchio amico dell’accademia criminale VILE. Il pilot è perciò una lunga introduzione sulle origini di Carmen e il suo duro allenamento per diventare una ladra di fama internazionale. I personaggi sono più o meno gli stessi della versione anni Novanta, tranne che il giocatore è parte integrante della storia. Se nel cartoon Dov’è finita Carmen Sandiego? costui si presentava di spalle allo spettatore e interagiva con la protagonista attraverso lo schermo di un computer, nel reboot diventa il suo alleato, nonché spalla destra.

Per chi è ancora legato allo stile old fashion del cartoon, la nuova Carmen fornisce, sì, risposte al passato della criminale e crea un effetto nostalgia assicurato, ma non può reggere il confronto con la sua omonima degli anni Novanta. Dov’è finita Carmen Sandiego? era un brillante esempio di cartone interattivo, avventuroso ed educativo (in ogni episodio, lo spettatore/giocatore apprendeva nozioni di storia, geografia, storia dell’arte ecc…). La nuova Carmen è adatta a un pubblico giovanile e perciò indirizzata solo a quella cerchia: la ladra è una ragazza moderna, fa selfie, usa tecnologie all’avanguardia e veste alla moda.

Un adattamento obbligato per adeguarlo ai tempi, ma che non avrà mai il fascino vintage degli anni Novanta.

Lascia un commento: