Immediatamente in Italia la patch di gennaio per Samsung Galaxy S7: ecco a cosa serve

Informazioni preliminari sull'effettiva utilità della patch che è appena sbarcata nel nostro Paese. Ecco cosa sappiamo

10
CONDIVISIONI

Risulta essere in distribuzione in queste ore l’aggiornamento di gennaio per tutti coloro che sono in possesso di un Samsung Galaxy S7 e di un S7 Edge no brand qui in Italia. In netto anticipo rispetto a quanto riscontrato nel recente passato, dunque, la patch mensile per il top di gamma commercializzato nel 2016 ha messo piede anche nel nostro Paese a bordo della variante più diffusa di uno smartphone che risulta essere ancora molto popolare. Dopo le prime notizie emerse nei giorni scorsi, con alcuni avvistamenti in Europa secondo quanto vi abbiamo riportato con un articolo dedicato, tocca dunque concentrarsi sui prodotti giunti qui da noi.

A cosa serve esattamente il nuovo aggiornamento di gennaio per i Samsung Galaxy S7 venduti in Italia? Le prime notizie emerse consentono in effetti di inquadrare al meglio la situazione, considerando che il suo peso supera di poco la soglia dei 30 MB. Oltre ad introdurre i nuovi standard di sicurezza pensati da Samsung, con la risoluzione di circa 50 vulnerabilità, il colosso coreano afferma di aver risolto anche una serie di bug.

Insomma, dopo aver portato a termine il download dovreste notare un miglioramento generale delle prestazioni per il vostro Samsung Galaxy S7, con il link all’installazione dell’aggiornamento G930FXXS3ERLF disponibile tramite un apposito link. Per chi si ritrova con un S7 Edge, invece, ci sono delle segnalazioni via OTA che dobbiamo prendere in considerazione. Ulteriori novità, per forza di cose, verranno alla luce eventualmente solo dopo i primi test sul campo da parte degli utenti.

Anche voi avete testato il nuovo aggiornamento di gennaio sui Samsung Galaxy S7 no brand distribuiti in Italia? Fateci sapere nel caso quali sono state le vostre prime impressioni, in modo da individuare la sua effettiva ragion d’essere dopo le prime notizie trapelate.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.