Un mese con EMUI 9 su Honor 10: alcuni difetti più frequenti portati da Android Pie

Primi bilanci per il popolare smartphone Android dopo l'installazione dell'upgrade in Italia

Difficile dire se alcuni difetti siano stati portati da EMUI 9 e da Android Pie a bordo di Honor 10, uno degli smartphone più popolari in Italia, o se in alternativa alcune anomalie software siano state semplicemente enfatizzate. In attesa di ulteriori interventi da parte del produttore asiatico, oggi 16 gennaio possiamo provare quantomeno ad analizzare le lamentele più frequenti da parte del pubblico, in modo tale da mettere a fuoco al meglio la situazione a circa un mese dalle prima segnalazioni sulla disponibilità dell’aggiornamento.

In un contesto del genere, più in particolare, se da un lato accogliamo con favore alcune mosse del produttore da un punto di vista software di cui vi abbiamo dato notizia nella giornata di ieri con un articolo specifico, allo stesso tempo occorre dare voce anche al pubblico italiano. Premesso che tutto sommato i giudizi in termini di prestazioni generali per Honor 10 sono abbastanza positivi dopo l’arrivo sulla scena di EMUI 9 e Android Pie, occorre analizzare altri elementi più da vicino.

Scendendo maggiormente in dettagli, ad esempio, emerge che ad esempio il lettore delle impronte digitali risponde molto più lentamente agli input degli utenti dopo l’installazione dell’aggiornamento. Anzi, a volte lo stesso riconoscimento non avviene, creando dei disagi agli utenti. Allo stesso tempo, su molti Honor 10 in circolazione pare essere accentuato il bug riguardante la messa a fuoco della fotocamera. Difficile dire se con questo device si tratti di un’anomalia hardware o software, ma di sicuro Android Pie non ha migliorato le cose in tal senso.

Ribadisco, problemi non su larga scala per Honor 10 post download dell’aggiornamento con Android Pie ed EMUI 9, ma allo stesso tempo alcune anomalie che in questo momento sembrano essere più frequenti di altre. A voi come stanno andando le cose in questi giorni?

Commenti (2):

Lascia un commento: