Passo indietro su privacy evoluta per WhatsApp: situazione oggi 14 gennaio

Alcune precisazioni su un argomento che sta a cuore a diversi utenti dopo i rumors della scorsa settimana

1
CONDIVISIONI

C’è grande attesa in vista dei prossimi aggiornamenti WhatsApp, considerando che il team sembra essere intenzionato ad assicurarci un grosso contributo soprattutto in termini di privacy e sicurezza, come del resto vi avevo riportato qualche giorno fa con un articolo apposito. Grazie ai segnali provenienti dal mondo beta. In realtà, rispetto a quanto trapelato la scorsa settimana occorre un chiarimento, in riferimento al pubblico che non vede l’ora di fare questo step nel più breve tempo possibile.

Secondo quanto riportato da WABetaInfo, sempre in primissima linea su queste vicende, pare che bisognerà attendere ancora un po’ prima di imbatterci in un upgrade del genere. Le funzioni riguardanti il riconoscimento delle impronte digitali, oltre a quello facciale, contrariamente a quanto emerso in un primo momento non sono ancora disponibili nelle versioni beta di WhatsApp, al punto da indurmi a condividere con voi alcune precisazioni necessarie oggi 14 gennaio. Impossibile, almeno per ora, prevedere quando avremo modo di fare questo step.

Per ora la fonte si limita a sottolineare che ci sono ancora alcuni aspetti da migliorare, prima che gli utenti iscritti al programma beta di WhatsApp possano fare questo passaggio. Si tratta di un passo intermedio fondamentale per toccare con mano l’aggiornamento, tramite il quale sarà molto più difficile spiare le chat all’interno della nota app di messaggistica nel momento in cui lasceremo lo smartphone incustodito. Anche per coloro che conoscono il nostro codice sblocco.

Vi ricordo che attraverso il suddetto aggiornamento potrete impostare il riconoscimento facciale o quello delle impronte digitali per accedere all’app e non a singole conversazioni. Dopo il tweet di uno dei massimi esperti al mondo, l’invito è quelli di continuare a seguirci per ottenere tutte le informazioni del caso su WhatsApp praticamente in tempo reale.

Commenti (1):

Fabio Sili

ottime funzioni avendo sia riconoscimento facciale, che impronta digitale spero attivino tutto nel canale BETA, cosi magari non passerà molto prima del rilascio nella versione stabile che uso. In attesa del tema scuro…

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.