Christina Aguilera difende Lady Gaga e ridà dignità alla discutibile Do What U Want: “Sono anch’io una vittima”

Christina Aguilera difende Lady Gaga per la scelta di ritirare dal mercato il duetto con R Kelly Do What U Want, che aveva reinciso, e ne spiega meglio il senso

69
CONDIVISIONI

Mentre molti urlano all’opportunismo e alla strategia pre-Oscar, Christina Aguilera difende Lady Gaga per la sua presa di posizione sul caso R Kelly e prova a spiegare perché la canzone Do What U Want, il featuring col rapper accusato di molestie sessuali, non è un brano da demonizzare.

Quel testo così esplicito che invita a fare quel che si vuole del corpo di una donna, per la Aguilera non deve essere interpretato come un invito allo stupro o alla libertà di infliggere qualsiasi tipo di violenza ad una donna senza il suo consenso. E d’altronde, il fatto stesso di esplicitare una richiesta di un rapporto sessuale offrendosi alla dominazione è sinonimo di un consenso dichiarato. Ma questo brano fu bollato allora come oggi di essere pericoloso e di ammiccare ad una cultura maschilista da cui c’è bisogno di affrancarsi, soprattutto considerando che chi l’ha cantata è stata vittima di stupro a 19 anni.

Christina Aguilera, che aveva duettato sulle note del brano nella finale di The Voice del 2013 e ne aveva registrato una versione alternativa, ha deciso di intervenire a sostegno di Gaga, accusata dall’avvocato di R Kelly di aver rinnegato quel duetto, ora ritirato dal mercato, per ripulirsi l’immagine in vista degli Oscar 2019 cui potrebbe essere candidata per A Star Is Born.

Criticata per non aver partecipato al documentario Surviving R Kelly dedicato alle vittime di molestie da parte del rapper, Gaga ha deciso in un secondo momento di rinnegare quella collaborazione e ha spiegato di aver inciso quel brano in un “periodo cupo” della sua vita, in cui non aveva ancora elaborato il trauma subito in gioventù e non era ancora stata in terapia. Ha parlato di “pensiero esplicitamente disordinato” in riferimento al suo stato psichico dell’epoca e si è detta vicina alle vittime di violenza e si è scusata per quel duetto inopportuno con un noto predatore sessuale.

La Aguilera ha affrontato lo stesso dolore di Gaga, perdipiù perpetrato in famiglia visto che è stata abusata dal padre da bambina. E proprio a fronte della propria esperienza e della propria scelta di incidere una cover di quella canzone che Gaga aveva realizzato con R Kelly, ha deciso di prendere posizione ringraziando Gaga per la sua scelta di ritirare il brano. E ha anche aggiunto, ricordando la sua esibizione con Gaga, che quella canzone non va interpretata solo per il senso letterale del suo testo.

Questo è un promemoria per le donne a restare unite – e non lasciare che un uomo si impadronisca di una grande canzone / un grande momento… E se rimane qualcosa del messaggio di questa canzone è che potresti aver avuto il mio corpo ma non avrai mai il mio cuore, la mia voce, la mia vita o la mia mente. Essendo io stessa una sopravvissuta di predatori sessuali in passato, questi versi parlano di me, ed è per questo che ho registrato la canzone. Abbraccio tutti i sopravvissuti di violenza domestica e sessuale, che hanno un posto speciale nel mio cuore, e tu Lady Gaga per aver fatto la cosa giusta.

Opportunista o no, la decisione di Gaga riguarda una questione così intima che può solo essere rispettata.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.