Il doppio delle performance con OnePlus 7: merito delle memorie UFS 3.0

Il leaker Ice universe suggerisce che OnePlus 7 segnerà il passaggio alla memoria UFS 3.0

1
CONDIVISIONI

Si sta muovendo in largo anticipato l’azienda cinese per fare grande il prossimo OnePlus 7, che, stando ad alcune indiscrezioni di Ice universe, dovrebbe montare le nuove memorie UFS 3.0, cui anche Samsung sta lavorando da circa un anno. Si tratta di uno standard che promette un boost prestazionale notevole rispetto all’attuale tecnologia UFS 2.1, utilizzata anche da OnePlus 6T. Stando ai risultati di alcuni benchmark, che prendiamo con il beneficio del dubbio in quanto mancano naturalmente di ufficialità, le memorie UFS 3.0, in alcuni momenti, sono risultate il doppio più veloci rispetto a quelle UFS 2.1 (un dato da non prendere sotto gamba, e di certo molto significativo).

Volendo fare un parallelismo calzante per l’occasione (che ben si presta alla causa), il OnePlus 6T, che, come vi abbiamo detto poco fa, monta la memoria UFS 2.1, registra una velocità di lettura sequenziale di 800 mb/s, mentre il nuovo standard rappresentato dalla memoria UFS 3.0 potrebbe superare senza difficoltà i 2000 mb/s (notate anche voi che la differenza è più che considerevole). Avremmo voluto darvi indicazioni più precise anche sui tagli di storage che ci aspettano, ma purtroppo non siamo riusciti ad ottenere queste informazioni. Speriamo che il prossimo OnePlus 7 possa presentare un taglio base da 256GB, contrariamente a quanto accade oggi con OnePlus 6T, che parte da 128GB.

Vi abbiamo dato una prima intelaiatura di quello che potrebbe dispiegarsi nel corso del 2019, almeno per quel che riguarda le memorie interne, prossime ad un nuovo standard di lavoro, aspettando anche l’arrivo del 5G, visto che proprio OnePlus dovrebbe apparire tra i primi OEM a proporre un dispositivo in grado di supportarlo. Un anno di certo importante, che non vediamo l’ora di sviscerare sotto il profilo tecnologico, date le tante sorprese che ci attendono.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.