Senza freni i messaggi vocali WhatsApp: fino a 30 invii audio contemporanei

Completa gestione dei messaggi audio, invii multipli con ridotte limitazioni

7
CONDIVISIONI

I fan dei messaggi vocali WhatsApp avranno ben presto pane per i loro denti: nell’applicazione di messaggistica sarà prevista, nel breve periodo, una schermata dedicata alla gestione dei file audio che consentirà di ascoltare anteprime delle note più volte e poi organizzare l’eventuale condivisione delle stesse con una o più persone. Con buona pace di chi, al contrario, non sopporta proprio i lunghi messaggi vocali di amici e parenti.

Ad informarci della corposa novità in arrivo è, come al solito, WABetaInfo (il tweet di riferimento è presente al termine dell’articolo). La funzione ridisegnata per i messaggi audio, è stata scovata nell’aggiornamento beta dell’applicazione Android 2.19.1. Come visibile nel cinguettio del leaker, nell’apposita schermata, saranno visibili appunto tutti i messaggi audio con le relative anteprime (cliccando sull’icona del play sarà possibile ascoltare appunto il messaggio). Selezionando poi una o più note vocali queste potranno essere inviate ai nostri contatti, ma fino ad un numero massimo di 30 contemporanei, non di più.

Viene da pensare, a questo punto, che i messaggi vocali WhatsApp potranno godere di una seconda giovinezza dopo l’introduzione della novità ora in beta. La gestione di nuove note appena create ma soprattutto di quelle già in memoria risulterà facilitata e dunque l’effetto a catena di alcune comunicazioni è assicurato.

Trattandosi ancora di fase sperimentale della nuova feature, non ci è dato sapere quando questa verrà introdotta nella sua formula definitiva su dispositivo Android. Al momento sappiamo che gli sviluppatori sono impegnati nello sviluppo della specifica funzione ma solo ed esclusivamente per sistema operativo Android e non per iPhone, quindi ancora una volta un sostanziale cambiamento in app dovrebbe giungere prima per i possessori di uno smartphone Samsung, Huawei, Asus, Sony (e chi più ne ha più ne metta) e solo in un secondo momento su iPhone. Magari il solito WABetaInfo ci darà presto una tempistica anche al riguardo e non mancheremo di comunicarla sulle nostre pagine.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.