La terza puntata de La Compagnia del Cigno in onda lunedì 14 gennaio: il concerto di Sara, Barbara tra Matteo e Domenico

Anticipazioni della terza puntata de La Compagnia del Cigno in onda lunedì 14 gennaio su Rai1

165
CONDIVISIONI

Dopo il doppio appuntamento d’esordio, con una prima puntata dagli ottimi ascolti quasi a quota 6 milioni di telespettatori, la terza puntata de La Compagnia del Cigno andrà in onda lunedì 14 gennaio. La programmazione della serie di Ivan Cotroneo resta fissa al lunedì, con due episodi a puntata per le prossime quattro settimane.

Entrano nel vivo della trama le vicende e i legami de La Compagnia del Cigno, il patto d’amicizia stretto tra 7 studenti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, alle prese con problemi familiari, ambizioni professionali, drammi adolescenziali e le rigide regole della disciplina imposte loro con metodi rudi dal maestro Marioni, l’inflessibile e burbero direttore d’Orchestra interpretato da Alessio Boni che cerca di renderli un gruppo unendo i loro talenti solisti.

Nei due episodi della terza puntata de La Compagnia del Cigno in onda il 14 gennaio, intitolati rispettivamente L’orgoglio di Sara e Un’altra possibilità, al centro della trama c’è ancora Barbara, che dopo le pressioni subite da Marioni e dalla madre prende la decisione di lasciare il liceo per dedicarsi completamente alla musica, affrontando le conseguenze delle sue bugie e della paura di deludere chi si aspetta troppo da lei. Le attenzioni di Matteo e Domenico, intanto, sono tutte per lei, che però finisce per preferire quest’ultimo innescando gelosie e rivalità. Ma la terza puntata è dedicata anche a Sara e alla sua condizione di musicista ipovedente, che suscita problemi nell’orchestra a fronte però della convinzione del direttore di volerla a tutti i costi sul palco.

Ecco la trama dei due episodi de La Compagnia del Cigno in onda lunedì 14 gennaio.

L’orgoglio di Sara

Barbara decide di abbandonare il liceo classico e trasferirsi al liceo musicale del Conservatorio, rendendo felici sia Matteo che Domenico, che sta iniziando a guardarla con occhi diversi. Sara, nel frattempo, ottiene finalmente l’ok della direttrice e dal maestro Marioni per entrare a far parte dell’orchestra, ma dopo la prima prova, non tutti sembrano valutare la richiesta come legittima: molti dei ragazzi della Compagnia, e a sorpresa anche Rosario, protestano con forza, sostenendo che Sara li rallenti. In realtà Rosario è solo nervoso per l’imminente incontro con sua madre Antonia, arrivata a Milano dopo un lungo periodo di degenza un centro di recupero per tossicodipendenti. A casa di Robbo i genitori decidono di lasciarsi, mentre Matteo, tenta di riunire il gruppo, organizzando una cena dallo zio per l’intera Compagnia. Proprio quella sera lo zio scopre che il vicino di casa Daniele è gay, mentre il povero Matteo capisce che Barbara non è interessata a lui. Marioni e Irene sono sempre più distanti e Luca è costretto ad affrontare il proprio dolore da solo: non riesce a cancellare il ricordo di quanto è accaduto alla figlia e inizia a pedinare Marco.

Un’altra possibilità

Marioni esce dall’ospedale e trova Irene ad attenderlo. La donna ha compreso che il suo non è stato un incidente, ma un gesto estremo e volontario, dunque gli offre aiuto, ma il maestro rifiuta. Nonostante un braccio fuori uso, vuole andare avanti con le prove per il concerto di Sara. Nel gruppo intanto il nervosismo cresce, tanto che Sara, rendendosi conto di essere un peso, imbarazzata e in difficoltà, è pronta ad abbandonare. Marioni però glielo vieta e la sprona ad andare avanti, mettendo anche gli altri orchestrali nella stessa situazione della ragazza ipovedente. Matteo intanto capisce cosa sta nascendo tra Domenico e Barbara e Rosario, invece, grazie al supporto degli amici trova il coraggio di riabbracciare sua madre, ma è sconvolto dal progetto di Antonia di trasferirsi a Firenze e ricominciare una vita insieme a lui. Intanto in occasione dello speciale concerto di Sara, Marioni è provato dall’emozione. Daniele invece viene a sapere che suo nipote continua a raccontare agli amici che sua madre Valeria è ancora viva. Preoccupato, cerca il confronto con Matteo, ma il ragazzo ha una reazione violenta e fugge.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.