Tutti gli smartphone sui quali risulta WhatsApp bloccato da gennaio 2019

Consultiamo per la prima volta l'elenco specifico dei modelli per i quali risulta attivo il provvedimento del team WhatsApp da qualche giorno

2
CONDIVISIONI

Prima o poi gli utenti che tendono ad acquistare un nuovo smartphone a distanza di molti anni devono per forza di cose fare i conti con la questione “WhatsApp bloccato“. La nota app di messaggistica, infatti, sospende il supporto a determinate versioni dei sistemi operativi in circolazione e, nonostante le versioni degli OS prese di mira siano estremamente “vecchie”, bisogna restare aggiornati sull’argomento per evitare brutte sorprese. Ad esempio, lo scorso 1 gennaio è stata la volta di moltissimi Nokia ancora presenti sul mercato, come del resto vi avevamo anticipato la scorsa estate con un articolo specifico.

Scendendo maggiormente in dettagli, ora WhatsApp bloccato vale ufficialmente per la serie S40, che per chi non lo sapesse coinvolge un numero di modelli piuttosto elevato di prodotti. Proviamo dunque ad andare nel pratico, selezionando quei prodotti coi quali non avremo più modo di sfruttare il potenziale dell’app di messaggistica secondo quanto emerso di recente. Si parte ad esempio coi vari Nokia 206, Nokia 206 Dual SIM, Nokia 208, senza dimenticare Nokia 301 Single SIM Chat Edition, Nokia 301 Dual SIM Chat Edition,  Nokia 515.

Attenzione anche ad altri gruppi di device, visto che WhatsApp bloccato coinvolge anche Nokia Asha 201, Nokia Asha 205 Chat Edition, Nokia Asha 210, Nokia Asha 230 Single SIM, Nokia Asha 230 Dual SIM, Nokia Asha 300, Nokia Asha 302, Nokia Asha 303, Nokia Asha 305, Nokia Asha 306, Nokia Asha 308, Nokia Asha 309, Nokia Asha 310, Nokia Asha 311, Nokia Asha 500, Nokia Asha 501, Nokia Asha 502, Nokia Asha 503.

Oltre al gruppo “Asha”, abbiamo poi i vari Nokia C3-00, Nokia C3-01, Nokia X2-00, Nokia X2-01, Nokia X3-02 e Nokia X3-02.5 a completare il quadro. Insomma, il numero di smartphone per i quali possiamo parlare di WhatsApp bloccato è più elevato di quanto ci si potesse aspettare, in attesa di scoprire quali modelli Android ed iOS verranno coinvolti nelle prossime “sospensioni di supporto”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.