Ormai pronto il rilancio di Iliad con l’iPhone 7: situazione prezzi oggi 3 gennaio

Necessario tornare sulle offerte Iliad per chi cerca un iPhone, essendo in arrivo una new entry per il pubblico

38
CONDIVISIONI

L’arrivo degli iPhone nel catalogo Iliad è stato accolto con una certa freddezza dal pubblico italiano, considerando il fatto che il nuovo operatore francese al momento consente l’acquisto dei vari iPhone XS ed iPhone XS Max a prezzi non così vantaggiosi. Senza contare il fatto che ad oggi, 3 gennaio, non è prevista la possibilità di procedere a rate, magari associando alcuni piani lanciati sul mercato dalla compagnia telefonica francese. Questo almeno il primo bilancio che abbiamo avuto modo di condividere coi lettori di OptiMagazine qualche settimana fa.

Come riportato dai colleghi di Mondomobileweb, la notizia importante in questo scorcio iniziale di 2019 consiste nel fatto che, a stretto giro, Iliad lancerà nel proprio catalogo anche l’iPhone 7. Impossibile, per ora, prevedere quale sarà la strategia di prezzo sotto questo punto di vista, considerando che si tratta di un device lanciato sugli scaffali più di due anni fa e che in questo senso potrebbe essere consigliabile una strategia più aggressiva per battere la concorrenza.

Da un punto di vista commerciale, come stanno le cose in Italia in questo periodo? Chi intende procedere con l’acquisto di un melafonino tramite Iliad, ad esempio con iPhone Xs Max, dovrà sborsare circa 1269 euro per la versione da 64 GB, arrivando a 1439 euro per la variante da 256 GB e a 1669 euro con il modello da 512 GB. Chi invece vuole puntare su un iPhone XS può optare invece sui modelli da 64GB e 256GB, che costano rispettivamente 1169 euro e 1339 euro,

Si arriva poi ad una fascia leggermente più bassa, sotto i 1000 euro, puntando sull’iPhone XR, da 869 euro per il taglio da 64GB, giungendo a 929 euro per la variante da 128GB. Si chiude con l’iPhone 8 64GB a 669 euro, in attesa che Iliad ci dica qualcosa di più sull’iPhone 7.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.