Bufala WhatsApp Gold di Capodanno e video Martinelli: virus inesistente

Si rifà sotto il video di Martinelli con di WhatsApp Gold: la bufala è servita anche a Capodanno

163
CONDIVISIONI

Torna per Capodanno la bufala WhatsApp Gold ed il video Martinelli, ipoteticamente capace di inoculare un pericoloso virus all’interno dei nostri dispositivi. In questo particolare periodo dell’anno, quando i messaggi di auguri la fanno da padrona, qualcuno potrebbe anche prendere per possibile questa fandonia, ed è per questo che ci siamo qui noi a sgomberare il campo da ogni possibile dubbio.

Vi avevamo parlato già qui della bufala WhatsApp Gold e del video Martinelli, ribadendo che non esiste né l’una, né l’altra cosa: si tratta solo di un mezzo come un altro per creare panico e confusione, affinché si parla sempre più della questione. Non crediate tanto meno esisti un virus trasmissibile attraverso il programma sopra citato, visto che l’unico pericolo che potreste correre è dar credito ad una storia che non sta né in cielo, né in terra. Se dovesse esservi arrivato il messaggio segnalante la notizia, sappiate solo che la bufala WhatsApp Gold ed il video Martinelli non devono toccarvi, e che non esiste alcun virus che possa infettare il vostro smartphone.

Riceverete senz’altro una miriade di auguri in occasione di questo prossimo Capodanno (sia oggi 31 dicembre che domani 1 gennaio, senza poi contare i ritardatari della prima settimana del mese), ma la cosa non deve disorientarvi: state solo attenti a non abboccare a tutto quanto vi viene propinato, e di restare sempre lucidi e concentrati per evitare di diventare facili prede di certi trucchetti.

Adesso che siete a conoscenza della bufala WhatsApp Gold ed il video Martinelli, non avete di che temere: cancellate il messaggio, laddove dovesse arrivarvi, e continuate a brindare al prossimo anno insieme ai vostri cari (non ci sono virus che possono spaventarvi, almeno per quel che riguarda questa storia in particolare).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.