Il ritorno in video di Kevin Spacey a Natale, nei panni di Frank Underwood di House of Cards per difendersi dalle accuse di molestie

Uno strano video di Kevin Spacey appare online a Natale: l'attore, nei panni del defunto Frank Underwood di House of Cards, si rifà vivo alla vigilia di un processo per molestie

5
CONDIVISIONI

Alla vigilia di Natale uno strano video di Kevin Spacey è apparso online mostrando al mondo l’attore per la prima volta da quando, in seguito allo scandalo molestie che l’ha travolto, Netflix ha deciso di licenziarlo dalla produzione di House of Cards imprimendo alla sua carriera una svolta verso un declino apparentemente inarrestabile.

L’attore ha postato un video di 3 minuti su YouTube lunedì 24 dicembre, ripresentandosi al pubblico e parlando in camera sulla falsa riga del suo personaggio in House of Cards, Frank Underwood. Non a caso il video – con sottofondo natalizio che nel finale diventa un tema musicale quasi da film horror – si intitola Let Me Be Frank: Spacey si rivolge agli spettatori alludendo proprio alla morte del personaggio, inscenata all’inizio della sesta ed ultima stagione della serie apparsa su Netflix lo scorso autunno, per poi accennare anche alle accuse che gli sono state mosse nella vita reale. A partire da quando, nell’ottobre 2017, l’attore Anthony Rapp lo ha pubblicamente accusato di abusi sessuali avvenuti quando era minorenne. E non è stata l’unica denuncia pubblica a suo carico emersa nell’ultimo anno, tra racconti di assalti sessuali ed esperienze di colleghi che lo hanno definito un predatore.

Con indosso un grembiule natalizio, Spacey ricorda quanto il pubblico abbia amato Frank e le sue lezioni di vita, per poi difendersi dalla gogna mediatica di cui è rimasto vittima dopo le denunce di numerosi episodi di violenze a sfondo sessuale e di comportamenti inappropriati sul set di House of Cards (definito un “ambiente tossico” a causa della sua presenza).

Nonostante tutto non è finita. So cosa volete. Mi volete rivedere. Certo, alcuni hanno creduto a tutto e stanno solo aspettando con il fiato sospeso di sentirmi confessare tutto. Stanno morendo dalla voglia di farmi dichiarare che tutto ciò che è stato detto è vero e che ho ottenuto ciò che meritavo. (…) Ma non vorrete credere al ​​peggio senza prove, vero? Non avete fretta di giudicare senza fatti, vero? No non voi, siete troppo intelligenti. Tutta questa messinscena è stata fatta per un finale così insoddisfacente, e pensare che avrebbe potuto essere un addio così memorabile. (…) Posso promettervi questo: se non ho pagato il prezzo per le cose che entrambi sappiamo che ho fatto, certamente non pagherò il prezzo per le cose che non ho fatto.

Quella di Spacey sembra una prova muscolare quando sostiene che nonostante “la cattiveria, i titoli dei giornali, l’impeachment senza processo e la mia stessa morte, mi sento sorprendentemente bene, e ogni giorno sono sempre più fiducioso che abbastanza presto saprete tutta la verità“.

E tornando sulla fine riservata al protagonista di House of Cards, stuzzica il pubblico ricordandogli che non l’ha “mai visto morire davveroin scena, visto che la sesta stagione si apre con Claire sulla sua tomba. E mettendo l’anello di Frank aggiunge che “le conclusioni possono essere così ingannevoli. Sentiate la mia mancanza“.

Il video arriva online con un tempismo non casuale. Come ricorda Variety, Spacey sarà formalmente accusato di un reato di aggressione e abuso sessuale su un minore di 14 anni presso il tribunale distrettuale di Nantucket il 7 gennaio prossimo. Evidentemente pensa di potersi difendere efficacemente nel processo, o comunque non ha intenzione di lasciare che a parlare di questo caso siano solo i media che lo hanno sbattuto come mostro in prima pagina per oltre un anno. E chissà, magari ha anche intenzione di tornare a lavorare nonostante l’ostracismo del settore dopo le pesanti, articolate e concordanti accuse che lo hanno travolto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.