Google Assistant e Kevin McCallister: video spot nostalgico da gustare

Ecco cosa sarebbe successo se ai tempi di 'Mamma ho perso l'aereo' ci fosse stato Google Assistant

4
CONDIVISIONI

Il genio di Kevin McCallister con l’intelligenza e l’efficenza di Google Assistant? Il piccolo protagonista del film cult natalizio ‘Mamma ho perso l’aereo‘ (che avrete sicuramente rivisto anche quest’anno, non negatelo) se la cavò benissimo da solo in pellicola, ma avrebbe potuto evitare alla radice tutto quel disastro con l’aiuto dell’assistente virtuale di Big G.

Lo spot ci mostra un ormai 40 enne Macaulay Culkin, tornato, proprio grazie all’intervento di Google Assistant, in quella che era la sua vecchia casa: tramite alcune funzionalità (promemoria, lista della spesa, telecamere di sicurezza, sistema di riscaldamento, operazioni di routine, e più in particolare quella chiamata nel filmato ‘operazione Kevin’ per scacciare i malviventi, e che effettivamente farà passare loro la voglia di introdursi nell’abitazione, stroncando tutto sul nascere), l’ormai attempato Kevin McCallister riuscirà a non ricacciarsi nei guai, e tutto questo grazie a Google Assistant.

L’assistente virtuale dà all’uomo una grossa mano: a conti fatti, tutto quel che Macaulay Culkin fà è dare ordini a Google Home, che da solo riesce nell’impresa, così da mettere in fuga i ladri prima ancora che abbiano l’opportunità di entrare in casa, a differenza di quanto successo nel film originale, che tutti di sicuro conoscerete e ricorderete nostalgicamente.

Dispiace che nello spot manchi la partecipazione dei due malviventi Marv e Harry (interpretati all’epoca dagli ottimi Daniel Stern e Joe Pesci, ndr.): non c’è stata proprio occasione di vederli ripresi, visto che il furgone che presumibilmente li trasportava quasi non si è nemmeno fermato nei pressi dell’abitazione. Adesso sapete cosa rebbe successo se ai tempi di ‘Mamma ho perso l’aereo’ ci fosse già stato Google Assistant: che effetto vi ha fatto rivedere Kevin McCallister in azione? Per quanto ci riguarda, lo ammettiamo, la nostalgia ha avuto la meglio.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.