Smartphone Vodafone a rate con Postepay Evolution? Un nuovo vincolo

Non più possibile, a determinante condizioni, acquistare smartphone a rate con Vodafone tramite la celebre prepagata

3
CONDIVISIONI

I nuovi e già clienti Vodafone, secondo quanto riportato da ‘mondomobileweb.it‘, non potranno più scegliere la Postepay Evolution per il pagamento a rate di smartphone dal prezzo uguale o superiore ai 400 euro (tenendo presente sia la somma delle rete che la pena finale da pagare in caso di recesso anticipato). Trattasi di un vincolo vero e proprio, cui tutti dovranno sottostare, senza esclusione possibile, in nessun caso. Il diniego della pratica, dapprima usufruibile da parte degli utenti, è arrivato in queste ore, anche se ne manca ancora l’ufficialità (che dovrebbe comunque arrivare a breve).

A conti fatti, gli smartphone esclusi dal pagamento SEPA SDD tramite Postepay Evolution sono il Samsung Galaxy S8, l’LG V30, gli Huawei P20 e P20 Pro ed il Samsung Galaxy A9 (l’elenco dei dispositivi è in costante aggiornamento, ma per il momento i terminali che non sarà più possibile comprare a rate con addebito sulla carta prepagata distribuita da Poste Italiane sono quelli che vi abbiamo appena menzionato).

La sottoscrizione del contratto ‘Telefono Facile’, laddove richiesto, prevede anche l’attivazione dell’opzione di ricarica automatica per le offerte ricaricabili con carta di credito. Vi ricordiamo anche che è sempre possibile conoscere il numero delle rate già saldate e residue, e tutti i dettagli sugli importi versati e da versare, facendo una chiamata al ‘42453‘ (numero gratuito), oppure consultando l’area personale ‘Fai Da Te’ sul sito ufficiale del gestore rosso.

Se nuovi o già clienti Vodafone e pensavate di pagare con addebito su Postepay Evolution uno smartphone a rate superando la soglia complessiva dei 400 euro, dovrete cambiare necessariamente metodo di pagamento (purtroppo siete arrivati troppo tardi). Per maggiori informazioni, rivolgetevi al negozio autorizzato più vicino a casa vostra, oppure chiamate il 190 per mettervi in contatto con un consulente specializzato.

Lascia un commento: