Francesco Renga e Baby K al Capodanno 2019 di Firenze in Piazzale Michelangelo

Francesco Renga e Baby K al Capodanno 2019 di Firenze in Piazzale Michelangelo: gli ultimi dettagli.

2
CONDIVISIONI

Francesco Renga e Baby K al Capodanno 2019 di Firenze sono già pronti a portare la loro musica per animare i festeggiamenti del capoluogo toscano pensati per l’ultimo dell’anno.

Ancora da rendere ufficiale la presenza dei due artisti sul palco, che sarà annunciata nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento dedicato all’ultimo dell’anno.

In questi mesi, Francesco Renga è tornato in studio per lavorare al suo prossimo album di inediti, che potrebbe arrivare già il prossimo anno ma che ancora attende una data di uscita ufficiale che sarà rivelata sui canali social ufficiali dedicati all’artista bresciano.

Nel 2018, Renga ha partecipato al progetto a tre voci con Nek e Max Pezzali, con i quali ha raggiunto tutta Italia attraverso il tour congiunto che hanno fatto partire dall’Unipol Arena di Casalecchio di Reno.

Il tour è racchiuso anche in un disco live che ha visto la luce nel marzo del 2018 e che hanno presentato nel corso del lungo instore che hanno condotto in tutta Italia.

Oltre ai palasport, i tre artisti sono stati in tour anche in estate, raggiungendo la Sardegna per la data del 27 luglio alla Fiera di Cagliari che ha chiuso la lunga serie di concerti organizzati per il progetto congiunto.

Baby K viene invece dal rilascio del suo ultimo album che ha voluto intitolare Icona. L’artista ha trascorso l’intera estate come protagonista della rotazione radiofonica con il brano Da zero a cento, che ha inserito anche all’interno del disco nel quale si conta una collaborazione con J-Ax.

Nell’album di Baby K è anche compreso il brano Voglio ballare con te, con il quale è stata in radio per tutta l’estate 2017.

L’evento di Piazzale Michelangelo è a ingresso libero e avrà inizio a partire dalle ore 21. Tutte le informazioni saranno rilasciate su canali ufficiali dedicati all’evento ma anche sui canali degli artisti coinvolti.

Lascia un commento: