Ci sarà anche una quinta stagione de Le Ragazze del Centralino, al via le riprese de Las Chicas del Cable 4

Uno degli interpreti della serie Netflix annuncia la previsione di una quinta stagione de Le Ragazze del Centralino, mentre partono le riprese della quarta

5
CONDIVISIONI

Dopo un terzo capitolo decisamente surreale che ha virato sul genere soap opera, Las Chicas del Cable non si ferma: oltre alla già annunciata quarta, ci sarà anche una quinta stagione de Le Ragazze del Centralino su Netflix, a sentire l’attore Antonio Velázquez.

Nella serie ambientata nei primi anni Trenta nell’azienda di telefonia pubblica di Madrid, l’attore interpreta l’affascinante ispettore di polizia Cristobal Cuevas, entrato in scena nella seconda stagione per indagare sulla scomparsa del marito della centralinista Angeles (Maggie Civantos) finendo per innamorarsi di lei e per coinvolgerla in una missione pericolosa dopo averla salvata dal carcere.

Intervistato da Vertele, Velázquez ha confermato che sarà anche nella quarta stagione della serie e ha spiegato che la produzione prenderà il via questo mese, tra pochi giorni, dunque i nuovi episodi non saranno distribuiti su Netflix prima di un anno.

Gireremo la quarta, iniziamo alla fine di novembre, credo. Sono molto felice di lavorare con questo gruppo: nella terza stagione il mio personaggio è piaciuto molto alla gente.

Commentando il successo della serie ottenuto grazie alla distribuzione internazionale su Netflix (è stata la prima produzione originale spagnola per la piattaforma), l’attore si è lasciato scappare la previsione di una quinta stagione de Le ragazze del centralino, che il colosso dello streaming avrebbe intenzione di realizzare dopo aver apprezzato il riscontro positivo del pubblico.

La serie ha avuto un’accoglienza molto buona e per questo Netflix ha chiesto a Bambù Produccion una quarta e, per quello che ho sentito, anche una quinta stagione. Ne sono molto felice.

Velázquez si è anche detto contento che la serie abbia un focus tutto al femminile e racconti la ribellione di giovani donne contro un mondo maschilista e sessista, perché d’altronde anche la fiction deve “raccontare la realtà“.

In verità l’ultima stagione de Le Ragazze del Centralino, annunciata come la più femminista di sempre, si è rivelata molto scadente da questo punto di vista, facendo sfociare le lotte femministe che si erano intraviste nelle prime due stagioni in improbabili tentativi di rovesciare l’assetto monarchico spagnolo da parte di gruppi di anarchici. Non è chiaro se la nuova stagione partirà da un ulteriore salto temporale come quello che ha compresso enormemente il racconto tra la seconda e la terza, o se si aprirà con l’apparente morte di Francisco che ha segnato l’ultima scena.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.