Durissimo attacco di Asia Argento contro Lodo Guenzi a X Factor 12: “Avrebbe dovuto consultarmi”

Arriva il duro attacco di Asia Argento contro Lodo Guenzi che si sarebbe fatto eliminare due band meritevoli di proseguire il percorso.

3
CONDIVISIONI

Non si lascia attendere l’attacco di Asia Argento contro Lodo Guenzi a X Factor 12 dopo l’eliminazione di due band che – a dire della ex giudice – avrebbero meritato di proseguire nel percorso all’interno del programma.

Secondo il suo punto di vista, il leader di Lo Stato Sociale avrebbe dovuto seguire i suoi consigli e rispettare il percorso che aveva deciso per loro. Guenzi si sarebbe però piegato alle decisioni della sua ex collega, facendo di testa sua e ignorando i messaggi privati da lei inviatigli.

Asia Argento aveva già avuto modo di spendere delle parole poco lusinghiere nei confronti del giudice in carica che ha preso il suo posto al banco dei giudici di X Factor 12 dopo il licenziamento cagionato dallo scandalo Jimmy Bennett che l’ha travolta prima della messa in onda delle audizioni.

Ospite di Giovanni Veronesi e Max Cervelli a Radio2, Asia Argento non si è lasciata andare ai mezzi termini e ha così parlato dell’operato di Guenzi all’interno del talent di Sky Uno.

“Qui mi scatta il dente avvelenato perché avrebbe dovuto consultarmi, io gli ho scritto in privato, gli ho mandato un DM per confrontarsi con me, e gli ho detto che mi dispiaceva per questo dissing. Gli ho detto che se voleva potevamo confrontarci sul perché ho scelte queste band, che brani avevo pensato per loro, quale percorso, perché si usa sempre questa parola. Gli ho tolto il follow, adesso deve capire da solo cosa fare”

Il dissing sembra comunque essere a senso unico, dal momento che Lodo Guenzi non si è ancora espresso in merito alla vicenda né ha risposto alle presunte accuse mosse da Asia Argento che ha anche dichiarato di aver smesso di seguirlo sui social.

La Argento non ha mai fatto mistero di essere rimasta molto dispiaciuta per essere stata estromessa dal programma da innocente, con un licenziamento via mail che è seguito a un accordo amichevole.

Lascia un commento: