Un duetto di Lady Gaga e Bono degli U2 in palio per beneficenza, come partecipare e incontrare le due star

In palio per beneficenza un duetto di Lady Gaga e Bono degli U2 dedicato alla persona vincitrice di un contest: l'iniziativa di RED

1
CONDIVISIONI

Un fortunato o una fortunata benefattrice potranno vincere un inedito duetto di Lady Gaga e Bono degli U2. E non sarà semplicemente una canzone composta dalle due superstar americane, ma perfino ispirata dal vincitore del premio, messo in palio dalla fondazione RED di Bono.

Un brano originale e dedicato a chi lo ispirerà è ciò che i due artisti hanno voluto regalare alla persona che risulterà fortunata vincitrice di una campagna di raccolta fondi per combattere l’AIDS lanciata da RED, la fondazione senza scopo di lucro creata da Bono che sostiene la ricerca e sull’HIV e l’AIDS e si impegna sul fronte della prevenzione.

Tra coloro che parteciperanno alla raccolta fondi di RED sul sito ufficiale dell’organizzazione sarà estratta una persona che potrà incontrare Gaga e Bono, trascorrere del tempo con loro, farsi conoscere e così ispirare la canzone che i due incideranno come regalo.

Il vincitore non solo potrà vantare di essere il protagonista un duetto di Lady Gaga e Bono degli U2, ma potrà ricevere anche una copia autografata dai due artisti del testo inedito.

Non è il primo incontro artistico per la popstar e il frontman della rockband: nel 2015 Gaga e gli U2 eseguirono in concerto a New York una versione remix del brano Ordinary Love. Negli ultimi anni, prima del rilascio di Songs of Experience, l’ultimo album in studio degli U2, si era vociferato di una possibile collaborazione del gruppo con la Germanotta per una delle tracce del disco, rumors poi rivelatisi infondati.

Il duetto in studio arriverà ora con uno scopo benefico per RED.

Per conoscere maggiori dettagli sull’iniziativa e per fare la propria donazione, è sufficiente accedere semplicemente al sito di RED.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.