Testo e video di Lucifero di Nitro, con il nuovo singolo è il primo italiano su Colors

Nitro su Colors con il nuovo singolo, Lucifero: ascoltalo qui.

12
CONDIVISIONI

Su Colors è disponibile Lucifero di Nitro, il nuovo singolo del rapper vicentino. Con la nuova canzone, Nitro è ufficialmente il primo artista italiano ad approdare sulla piattaforma Colors attraverso la quale pubblica il nuovo singolo, da oggi disponibile in rete.

A presentare la scelta di Colors è stato lo stesso rapper attraverso qualche dichiarazione pubblicata sui social nelle scorse ore:
“Era da molto che volevo farvi sapere questa cosa. Sono ufficialmente il primo artista italiano a comparire a Colors. Se non sapete di cosa si tratta, vi consiglio di informarvi subito perché secondo me è il migliore show di YouTube, pieno di artisti eccezionali e io sono onoratissimo che abbiano scelto proprio me per dare il mio contributo. Ce l’ho messa tutta ed è stata un’esperienza incredibile che mi ricorderò per il resto dei miei giorni, ho lavorato con persone eccezionali e mi sono sentito a casa fuori dalla mia nazione. “It’s a family thing”. Ah, dimenticavo. Nella mia performance, c’è il nuovo singolo”.

Nitro ha presentato lo show Colors, da lui giudicato il migliore su YouTube, uno spazio che lascia il posto alla musica, ricco di artisti internazionali eccezionali che si esibiscono in una stanza colorata, senza troppi artifici.

Nitro si è detto onorato di essere il primo artista italiano nello show Colors, il nuovo format innovativo su YouTube, e ne ha parlato come un’esperienza incredibile che ricorderà per sempre. Per il rapper è stata una performance “colorata” all’interno della quale ha avuto la possibilità di presentare quel che è stato scelto come nuovo singolo.

Con una performance su Colors, Lucifero di Nitro è stata ufficialmente presentata ed è il nuovo singolo del cantante, disponibile in radio e in digitale.

Di seguito il testo della canzone e il video ufficiale, al momento numero 24 tra le tendenze di YouTube. Il video è prodotto da Colors e propone l’artista in una stanza completamente vuota, in solitaria con la propria musica e con il colore della location, secondo gli standard degli stessi video.

TESTO

Con me ti distrai quando sai che non stai bene,
Io non parlo mai, solamente se mi fai bere
Non ho bandiere, nemmeno barriere
Papà non fa lo sbirro e manco il banchiere
Sapere, giacere a Babele
Se non ami commentare tanto quanto tacere, ok
Chi mi rassicura? È dura
Passare per moda è la mia cultura
Per l’ipocrisia che aumenta la paura
Fanno l’epidemia per venderti la cura
Non sto fermo
Meglio criminale che servo
C’è più vita nel tuo schermo che dentro te
Non si vive in eterno, ma penso che il cielo per me è troppo piccolo

Io vorrei essere libero
Però mi manca l’ossigeno
Gente che pensa per me
Non ho bisogno di un re
Per loro sono Lucifero
Passo per quello che dicono
Però non credono a me
L’unico schiavo ora re
Quanto costa diventare libero?
A volte per star meglio devo dire no
Guarderanno in alto se precipito
A volte per star meglio devo dire

Io non mi so controllare
Tra gli ingranaggi cani randagi col nuovo collare
Atti malvagi nel lobo frontale
Capro espiatorio dell’odio globale
Finché per loro non sono normale, ha
È tutta un questione di equilibrio, male e bene tra i miei vuoti si riempiono
È tutto relativo, non sono così cattivo ma è così che mi disegnano
Perché non ho mire di potere da quando disobbedire è il mio dovere
Cacciato dal regno di Dio, se ne voglio uno mio fuori dal suo volere
Ma sono meglio di così, meglio di così, sì, che sono meglio di così
Quanti sbagli mi posso concedere?
Ormai devo procedere
Vedo pecore ripetere pecore ad altre pecore
Mi sembra un po’ difficile credere
Che alla fine di tutto saremo tutti più uguali
Non più degli esseri umani
Ma solo pile di cenere
Lascerò ‘ste vipere attendere sulle rive del Tevere
Non piangere per me perché mi so difendere
Dall’abisso che c’è tra la psiche e le tenebre
Ho troppo da dire per smettere
Voglio sovvertire le regole
Ora so capire il mio demone
Morire per credere
Soffrire per crescere
Speravo in una fine del genere
Ricordami

Io vorrei essere libero
Però mi manca l’ossigeno
Gente che pensa per me
Non ho bisogno di un re
Per loro sono Lucifero
Passo per quello che dicono
Però non credono a me
L’unico schiavo ora re
Quanto costa diventare libero?
A volte per star meglio devo dire no
Guarderanno in alto se precipito
A volte per star meglio devo dire no

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.