NBC ordina lo spin-off di Grimm con una protagonista femminile: chi tornerà nel cast?

A quasi due anni dalla fine della serie, NBC ha ordinato lo spin-off di Grimm, serie fantasy andata in onda per sei stagioni.

35
CONDIVISIONI

Dopo quasi due anni dal finale di serie, NBC ordina lo spin-off di Grimm. Lo show fantasy è stato trasmesso per sei stagioni sul network del pavone, ed era incentrato su Nick Burkhardt, un detective della sezione Omicidi della polizia di Portland e fa parte di una lunga dinastia di cacciatori (i Grimm) di creature malvagie (i Wesen). In seguito, Nick stringe amicizia con alcuni di loro, come Monroe e Rosalee, che guidano Nick nel mondo dei Wesen.

Lo spin-off sarà di nuovo focalizzato sul mondo sovrannaturale delle favole, ma avrà una protagonista femminile. Inoltre, per mantenere il legame con il format originale, nel cast torneranno alcuni dei suoi personaggi, oltre ai nuovi ancora sconosciuti. David Giuntoli al momento sarebbe escluso dal progetto, dato che è attualmente tra i protagonisti A Million Little Things su ABC. Bitsie Tulloch, interprete di Juliette Silverton/Eve è invece impegnata nel crossover dell’Arrowverse. Sasha Roiz (Capitano Sean Renard) è appena entrato nel cast di Suits. Restano ancora disponibili Russell Hornsby (Hank), Claire Coffee (Adalind), Silas Weir Mitchell (Monroe), Reggie Lee (sergente Wu), e Bree Turner (Rosalee Calvert).

Il finale di serie è andato in onda nel marzo 2017 e si è concluso con un flashforward. Kelly, figlio di Nick e Adaling, è ormai cresciuto e combatte le creature Wesen insieme ai suoi genitori, alla sorellastra Diana e ai gemelli di Monroe e Rosalee. La sesta e ultima stagione è composta da tredici episodi, un ordine inferiori rispetto le precedenti.

Melissa Glen (già dietro Marvel’s Iron Fist) si occuperà della sceneggiatura e vestirà i panni di produttrice esecutiva dello spin-off di Grimm. I co-creatori della serie originale, David Greenwalt e James Kouf faranno da produttori consultativi. Dietro al progetto ci sarà nuovamente la Universal TV e la Hazy Mills Productions, che si erano già occupati della serie madre.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.