Compra i biglietti per il concerto degli U2 a Milano ma i posti non ci sono: la storia di Serena

L'esperienza di Serena e suo marito, costretti a rinunciare ai posti acquistati.

1
CONDIVISIONI

Lo racconta Il Fatto Quotidiano dando voce a Serena, una donna che si è imbattuta in una spiacevole situazione al Mediolanum Forum di Assago (Milano). Aveva comprato due pacchetti Vip, biglietti per il concerto degli U2 a Milano ma in una postazione privilegiata. I pacchetti Vip includono i biglietti migliori ed esperienze aggiuntive, come il check in dedicato e molto altro in base alla tipologia scelta.

Serena raccolta a Il Fatto Quotidiano di aver comprato quei pacchetti a più di 200 euro per assicurarsi i suoi due posti vicini all’evento ma, una volta raggiunto il luogo, si è accorta che uno dei due posti non esisteva.

Il Fatto Quotidiano riporta che i biglietti in questione sono quelli nel Settore C27, fila 1, posti 7 e 8, “pacchetto vip argento”, ma il posto numero 8 non esisteva in quanto occupato dalle scale di passaggio. Su TicketOne è stato dunque venduto un biglietto che, dalla planimetria del Mediolanum Forum di Assago (Milano) non risulta e a farne le spese sono stati gli acquirenti.

Serena si è rivolta a Live Nation e poi è stata indirizzata a una hostess del palazzetto. “La ragazza ci dice che potevamo entrare nel parterre, ma una volta arrivati lì ci bloccano di nuovo. Secondo loro mio marito doveva rimanere nel posto assegnato, mentre io potevo seguire il concerto da lì”, racconta Serena al quotidiano.

La volontà di vedere il concerto insieme, ad ogni costo, ha costretto i due ad assistere all’evento degli U2 dal parterre. “Mi sono imposta e alla fine hanno fatto stare entrambi nel parterre. In fondo dove non riuscivamo a vedere nulla”, conclude Serena che ha pagato per un posto numerato salvo poi ritrovarsi nel parterre non numerato.

La società che gestisce il Mediolanum Forum di Assago ha spiegato che non si tratta di un caso isolato: “La mappa ha registrato un posto inesistente, invertendo la prima e l’ultima fila di quel settore, quindi spesso viene venduto il posto 8 della fila 1 e non lo stesso della fila 6“ e ha già sollecitato più volte la risoluzione del problema.
Leggi l’articolo completo su Il Fatto Quotidiano.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.