Passo indietro di Huawei sull’IA: sorprende il pubblico Huawei P20 Pro l’ultimo aggiornamento

Informazioni preliminari per coloro che si apprestano a ricevere una patch più importante del previsto

1
CONDIVISIONI

Sta facendo discutere non poco nel corso delle ultime ore l’ultimo aggiornamento riguardante il cosiddetto Huawei P20 Pro, in riferimento alla patch di agosto che a quanto pare porta con sé anche una novità meno gradita per il pubblico. Mi riferisco al fatto che la patch CLT-L29 8.1.9.156(C432) ha un peso pari a 525 MB e non si limita ad introdurre un banale bugfix per il pubblico. Se avete prestato attenzione allo sviluppo dell’IA da parte del produttore cinese, infatti, non potremo non analizzare al meglio quanto trapelato oggi 27 settembre.

Secondo quanto riportato dai primi utenti che hanno avuto modo di provare l’aggiornamento in questione, infatti,c’è stata una parziale disabilitazione per il riconoscimento delle scene da parte della stessa IA assicurata ai possessori di un Huawei P20 Plus. Almeno di default. La questione, come avrete intuito, riguarda in modo specifico l’app della fotocamera e ciò non toglie che tutti la possano ancora sfruttare. A patto che venga abilitata manualmente.

Insomma, se da un punto di vista pratico cambia qualcosina, ma non tutto, è chiaro che simbolicamente la novità trapelata con l’ultimo aggiornamento ufficiale per Huawei P20 Pro abbia spiazzato tutti. In qualche modo, sembra essere al cospetto di una temporanea retrocessione per la stessa IA, in attesa di capire se ci saranno note ufficiali in merito. Sarà importante osservare anche l’approccio da parte del brand asiatico nei confronti di altri modelli, per comprendere se si sia trattato di un episodio isolato o meno.

Nel frattempo facciamo appello ai possessori di un Huawei P20 Pro, in modo tale da capire se le caratteristiche dell’aggiornamento descritte oggi 27 settembre siano vere e se a proposito dell’IA siano state individuate ulteriori novità che bisogna prendere in considerazione. Magari anche nell’ottica di altri smartphone Huawei potenzialmente coinvolti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.