Ne Il Paradiso delle Signore Marta subirà violenza? Anticipazioni 12 settembre

Gli Amato ricevono ospiti mentre Maria rischia di essere stuprata, cos'altro succederà nella prossima puntata de Il paradiso delle signore?

4
CONDIVISIONI

Parte un po’ in sordina Il paradiso delle Signore che nella versione soap porta a casa poco più dell’11% di share e che oggi potrebbe addirittura subire il calo fisiologico che arriva dopo la prima puntata. Le cose potranno peggiorare? I vertici Rai sperano di no e sui social gongolano per i risultati del nuovo pomeriggio di Rai1 mentre i fedelissimi de Il Paradiso delle Signore continuano a non gradire la trasformazione in soap della propria fiction preferita. Cosa succederà adesso?

Vittorio è tornato a Milano e, dopo aver spolverato la foto di Pietro Mori morto ormai tre anni fa, decide di rimettere in piedi il Paradiso delle Signore con tutto quello che questo comporta. Intanto, i Guarnieri, che sembrano essere legati a doppio filo all’omicidio di Pietro, sono coloro che gestiscono la banca a cui Vittorio ha chiesto il prestito per la riapertura ipotecando il negozio.

L’uomo non solo vuole rovinare Vittorio ma ha promesso la figlia ad un uomo che lei non ama e questo la dice lunga sulla malvagità del personaggio di Roberto Farnesi. Proprio la dolce Marta finisce nelle grinfie di Valerio Nervi che nella puntata di oggi tenterà di violentarla ma in suo soccorso arriva Luca Spinelli, un uomo molto misterioso e legato alla famiglia Guarnieri.

La giovane si sfoga con la zia Adelaide che, però, decide di non rivelare a nessuno quello che è successo con Valerio. Nella puntata di domani de Il Paradiso delle Signore, arriveranno anche Tina e Agnese Amato che dal Sud sono alla ricerca di riscatto nella bella Milano. Le due si riuniranno al resto della famiglia scombussolando tutti. In particolare, proprio Tina vuole diventare una Venere del Paradiso, riuscirà a passare la selezione alla quale vuole partecipare?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.