Pupo canta su un volo Alitalia e riporta la calma tra i passeggeri: video Su di noi

Il cantante placa le polemiche in volo con la sua musica.

305
CONDIVISIONI

Pupo canta su un volo Alitalia e placa le polemiche con la sua musica. Su un volo da Lamezia Terme a Milano, il cantante italiano è stato intercettato dalle hostess che lo hanno coinvolto in un piccolo fuoriprogramma a suon di musica.

Pupo ha parlato in francese e ha cantato la sua celebre canzone Su di noi. I passeggeri del volo lo hanno seguito e la tensione si è presto trasformata in un live improvvisato utile a ristabilire la quiete al alta quota.

Un gruppo di turisti francesi di ritorno dalle vacanze a Pizzo Calabro ha creato scompiglio a causa di un ritardo della compagnia aerea e dell’impossibilità di occupare i posti a loro assegnati a causa di un disguido. Le polemiche non si sono placate nel giro di pochi minuti e al contrario sono proseguite per un po’ nei confronti dei problemi tecnici di Alitalia sull’assegnazione dei posti.

Alcune hostess hanno notato la presenza a bordo di Pupo e gli hanno chiesto di cantare per ristabilire la calma. Missione compiuta: la musica di Pupo ha placato le polemiche e gli animi dei turisti francesi che, occupato il nuovo posto a sedere, hanno proseguito nel loro itinerario di viaggio.

Pupo era di ritorno da un concerto che aveva tenuto la sera prima a Vibo Valentia nell’ambito della sua tournée estiva e non ha esitato a mettersi in gioco per una buona causa e a spiegare in francese che nel giro di pochi istanti tutto sarebbe stato risolto. La vicenda si è conclusa tra le risate generali in un karaoke divenuto virale sul web nel giro di poche ore.

Il video ve lo mostriamo qui sotto, dal profilo Instagram di un passeggero del volo Alitalia da Lamezia Terme a Milano.

#enzoghinazzi#pupo#alitalia#lameziaroma#sudinoinemmenounanuvola#canzonitaliane#evergreen???

Un post condiviso da Domenico Zoccali (@domy_zoccali) in data:

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.