In pieno aggiornamento i Samsung Galaxy S6, S6 Edge e S6 Edge Plus: che cambia con XXU6ERF5

Aggiornamento simultaneo per Samsung Galaxy S6, S6 Edge e S6 Edge Plus: tutti i dettagli sul firmware XXU6ERF5

3
CONDIVISIONI

Tornano a farsi valere i Samsung Galaxy S6, S6 Edge e S6 Edge Plus, per quel che riguarda i modelli no brand Italia (versioni non griffate dagli operatori nazionali, con CSC ITV). Il firmware di riferimento è lo stesso per tutti e tre i dispositivi: XXU6ERF5 basato su Android Nougat 7.0, ed impreziosito dalla patch di sicurezza di giugno, oltre che ad una modifica relativa alla parte MODEM. All’interno della release non sembrano esserci altre novità importanti, anche se naturalmente bisognerà testarlo prima per qualche giorno: il changelog, in ogni caso, si esaurisce in quanto vi abbiamo appena riferito. Dovessimo risalire ad ulteriori implementazioni, non mancheremo di fornirvi tutti quanti i dettagli relativi in un secondo articolo successivo, pubblicato all’occorrenza tra qualche giorno.

Veder ricevere un aggiornamento software ai Samsung Galaxy S6, S6 Edge e S6 Edge Plus non è cosa da poco, visto che, specie i primi due, ne accolgono ormai ogni due o tre mesi, in quanto device un po’ avanti con gli anni (sono datati 2015, non si può pretendere di più). Assodato non riceveranno per vie ufficiali l’upgrade all’ultima major-release, che ricordiamo corrispondere ad Android Oreo, non c’è che da accontentarsi di questi piccoli passi in avanti, che per lo meno offrono protezione lato sicurezza (cosa che moti utenti continuano molto ad apprezzare, nonostante non siano pochi quelli che, al contrario, ancora non riescono ad accettare l’idea che il proprio dispositivo rimarrà al palo).

L’aggiornamento XXU6ERF5, come sopra precisato, ha preso il via a partire dai Samsung Galaxy S6, S6 Edge e S6 Edge Plus no brand Italia, ma immaginiamo verrà presto reso disponibile a ridosso dei modelli brandizzati dai vari gestori telefonici nazionali. Avete ricevuto la notifica OTA? Provvedete subito a connettervi ad una rete Wi-Fi, ed a scaricare il pacchetto in tutta tranquillità, sempre che la batteria del vostro dispositivo goda di una carica residua superiore al 50% (altrimenti, per ovviare, potreste pur sempre collegarlo ad una presa elettrica).

Commenti (4):

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.