Partito Oreo sul Samsung Galaxy A8: news sull’aggiornamento in Italia

Rilasciato, anche se non ancora in Italia, l'aggiornamento Oreo per il Samsung Galaxy A8

11
CONDIVISIONI

Le cose iniziano a girare per il verso giusto nell’ambito del Samsung Galaxy A8, visto che per il dispositivo ha iniziato a diffondersi l’aggiornamento ad Android Oreo, che ha quindi dato le prime evidenze di sé. Prevalentemente la distribuzione si localizza in Russia e Paesi limitrofi, come Ucraina, Uzbekistan e Kazakistan, senza coinvolgimento diretto del territorio italiano, per cui comunque non dovrebbe mancare troppo tempo per il rilascio.

Una volta avviato, e al netto di possibili malfunzionamenti, il roll-out procede in modo abbastanza spedito, quindi non temiamo particolari ritardi in tal senso (sarà questione di giorni, forse di un paio di settimane al più). Questo, naturalmente, a meno che non si tratti di una test avviato dal produttore asiatico e quindi antecedene ad un vero e proprio rilascio globale, anche se dubitiamo sia questo il caso. Ricordiamo che presso il nostro territorio l’ultimo aggiornamento predisposto per il Samsung Galaxy A8 è stato destinato ai brand Vodafone, con sigla A530FXXS2ARF1, date build 31 maggio e patch di sicurezza di giugno (con base Android 7.1.1 Nougat).

Non ci sarà comunque paragone rispetto all’aggiornamento Oreo, che regalerà al Samsung Galaxy A8 un’esperienza ben diversa, e costernata da tante nuove funzionalità, grafiche e non. Qualche esempio? Ci sarà spazio per la nuova Samsung Experience 9.0, oltre alla possibilità di fruire della tecnologia VoLTE nell’ambito di entrambi gli slot SIM (sempre che siate in possesso di un modello DualSIM, questo è chiaro) e del supporto al Dolby Atmos (passi in avanti non di poco conto, e che vanno senz’altro apprezzati).

Un gran bel colpo per i possessori del Samsung Galaxy A8, un device di fascia non altissima, ma che il produttore sudcoreano sta dimostrando di tenere comunque in grande considerazione. Vi aggiorneremo non appena raccolte ulteriori notizie sulla diffusione del relativo pacchetto in Italia.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.