Le dichiarazioni di Robin Wright su Kevin Spacey in House of Cards, l’uomo e l’artista sul set (Video)

Le parole di Robin Wright su Kevin Spacey in House of Cards dopo le accuse di molestie, l'attrice parla della loro esperienza sul set

5
CONDIVISIONI

Sono arrivate in un’intervista tv le prime dichiarazioni di Robin Wright su Kevin Spacey in House of Cards e sulla loro esperienza sul set della serie dopo le accuse di violenza sessuale piovute addosso all’attore negli ultimi mesi.

Spacey è stato accusato di molestie sessuali e aggressione da diversi attori e collaboratori, prima di essere licenziato con conseguente eliminazione del suo personaggio dalla serie Netflix che ha contribuito a rendere un successo mondiale.

Domenica scorsa, il Today Show di NBC ha pubblicato un teaser di un’intervista rilasciata dalla Wright a Savannah Guthrie (in onda in versione integrale il 9 luglio): l’attrice sembra voler allontanare ogni sospetto di collusione col collega, prendendo le distanze dallo Spacey uomo, pur esaltandone le qualità di artista.

La Wright sostiene di non aver mai avuto rapporti con Spacey al di fuori del lavoro e di non essere mai venuta a conoscenza di episodi incresciosi relativi ai suoi comportamenti privati.

“Kevin e io ci siamo conosciuti tra un ciak e l’altro e tra una scena e l’altra, in cui ridacchiavamo. Non conoscevo l’uomo, conoscevo l’incredibile artigiano che è”.

Insomma, per lo Spacey artista il giudizio è eccezionale, ma sul piano umano la Wright preferisce non sbilanciarsi sostenendo di non averlo mai conosciuto davvero in sei anni.

A dare il via alla clamorosa parabola discendente di Spacey lo scorso ottobre, nel pieno del clamore mediatico suscitato dal caso Weinstein, è stato l’attore Anthony Rapp, che ha accusato l’interprete di Frank Underwood di averlo molestato quando aveva solo 14 anni. In risposta, Spacey aveva twittato le sue “scuse più sincere” e fatto coming out dichiarandosi omosessuale. Sono arrivate poi diverse accuse simili, l’ultima sfociata in un’inchiesta nel Regno Unito: il licenziamento dell’attore da parte di Netflix ha scoperchiato una verità nascosta, portando a conoscenza il pubblico di quanto fosse “tossico” il clima sul set. Strano che la Wright non abbia trovato un altro modo per commentare quel che pare tutti sapessero riguardo le abitudini di Spacey, mantenendo un riserbo ed un distacco evidentemente destinati a tutelare la serie tv di cui ora è diventata protagonista assoluta e che tornerà su Netflix con la sesta stagione entro la fine dell’anno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.