Sblocco Google Pixel 2 XL troppo lento dopo l’aggiornamento di giugno, le ultime

Problemi di lentezza riscontrati a bordo di alcuni Google Pixel 2 XL dopo l'aggiornamento di giugno, colpa dell'AOD?

L’aggiornamento di giugno (di cui vi abbiamo parlato qui) pare non aver giovato ai Google Pixel 2 XL, visto che qualche esemplare, in seguito all’installazione, pare aver manifestato problemi di lentezza nelle operazioni di sblocco, arrivando ad impiegare 1 o 2 secondi in più rispetto a quanto non accadesse prima.

La piattaforma di sviluppo ‘Google Issue Tracker‘ pullula di segnalazioni in tal senso, così come tanti sono i thread aperti nelle ultime ore su Reddit, a testimonianza di quanto il disguido stia infastidendo l’utenza coinvolta. Tra le novità che hanno contraddistinto l’aggiornamento di giugno destinato ai Google Pixel 2 XL due in particolare: la questione relativa all’Always On Display e la soluzione al bug che interessava il sensore di prossimità.

Chi ha optato per l’installazione istantanea dell’aggiornamento di giugno, o almeno una parte di questi, non ha potuto fare a meno di notare quanto i rispettivi Google Pixel 2 XL fossero più lenti nelle più comuni operazioni di sblocco, generando il disagio ed il disappunto che voi tutti potrete facilmente immaginare. Si pensi che tutte le volte in cui il telefono riceve l’input di sblocco dal sensore di impronte digitali od attraverso il tasto di accensione, bisogna aspettare, nel caso degli esemplari colpiti dal funzionamento, qualche secondo in più prima che il display prenda ad accendersi (cosa inaccettabile, specie considerando che è di un dispositivo costato qualche centinaia di euro che si sta parlando).

La responsabilità del problema sarebbe da ricercarsi proprio nell’Always On Display, tant’è che, disattivandolo, qualcuno avrebbe trovato sollievo (si tratta chiaramente di una soluzione temporanea). Non sembra riuscire a trovare pace il Google Pixel 2 XL, che ricordiamo essere reduce da almeno un altro paio di problematiche complicate, la prima relativa al sensore di prossimità e la seconda alla connettività Wi-Fi.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.