Ancora battagliero il Samsung Galaxy S6 Edge Plus Vodafone: continuità dal firmware XXS4CRE1

Patch di maggio e Samsung Pay nell'aggiornamento XXS4CRE1 dispensato adesso anche per i Galaxy S6 Edge Plus Vodafone

Una bella boccata d’aria questa che stiamo per annunciarvi per i possessori del Samsung Galaxy S6 Edge Plus Vodafone, che non riceveranno probabilmente l’aggiornamento ad Android 8.0 Oreo, ma potranno comunque continuare a disporre di un’esperienza utente nel complesso discreta per via dei successivi upgrade manutentivi che seguono ad arrivare a bordo dell’esemplare, un prodotto che evidentemente sta ancora a cuore al colosso di Seul.

Come vi dicevamo, questa volta a brillare è il modello brandizzato dal gestore rosso, che accoglie la versione software G928FXXS4CRE1, già rilasciata nel periodo recente per le versioni no brand e per quelle marchiate dall’operatore 3 Italia. Si tratta di un pacchetto che decreta l’inclusione della patch di sicurezza di maggio, ed anche della tecnologia Samsung Pay, il sistema di pagamenti mobile che ricordiamo può essere sfruttato nella doppia modalità NFC e MST, per una più estesa compatibilità con i vari POS installati all’interno dei negozi del nostro territorio.

Ancora non sappiamo se il Samsung Galaxy S6 Edge Plus Vodafone, al pari degli altri modelli serigrafati e non, riceverà l’omologazione ad Android 7.1.1 Nougat, ma resta comunque chiaro quanto il produttore tenga in considerazione il dispositivo, che ricordiamo aver preso all’epoca il posto del Note 5, che in Europa non venne mai ufficialmente commercializzato, forse proprio per spingere le vendite del Samsung Galaxy S6 Edge Plus, phablet cui però manca il supporto alla SPen, un elemento che sappiamo fare la differenza, e che ha sancito la fortuna della serie Note.

Nel complesso non si può certo dire male di questo prodotto, entrato nella quotidianità di chi in tutto questo tempo ha deciso di puntarci, e che in cambio sta ricevendo un buon trattamento da parte dell’azienda asiatica. Lo terrete con voi ancora per molto, o pensate ormai sia giunto il momento di guardare avanti?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.