Come cambia Rainbow Six Siege con Operazione Para bellum, le novità

Ubisoft sta cominciando a bilanciare Rainbow Six Siege in attesa della nuova Stagione.

7
CONDIVISIONI

Ubisoft ha annunciato che l’Operatore Echo in Rainbow Six Siege avrà un potenziamento per i suoi droni, come si legge sul sito ufficiale. Mentre i fan aspettano l’uscita di Operazione Para Bellum, prevista per il mese di giugno, ecco che Ubisoft ha deciso di dare un ritocchino alle potenzialità che i vari accessori offrono in termini di gameplay.

Novità su Operazione para Bellum per Rainbow Six Siege

Le nuove modifiche riguardano i droni Yokai di Echo. Le cariche massime dei due droni verranno ridotte da 3 a 2, mentre i tempi di ricarica tra un colpo e l’altro verranno aumentati a 20 secondi. Con questi cambiamenti i droni diventano più attivi e saranno più semplici da controllare passando da uno all’altro. Inoltre dovrebbero diventare più veloci ed è stata anche incrementata la velocità di movimento quando si impugnano le pistole.

Operazione Para Bellum porterà delle modifiche anche alla velocità di movimento degli operatori. Di seguito l’elenco completo delle novità.

– Gli operatori con velocità 3 saranno più lenti.
– Gli operatori con velocità 1 saranno più veloci.
– La velocità di movimento con la pistola estratta aumenterà.
– Le pistole automatiche (SMG-11, SMG-12, ecc.) saranno escluse dalla modifica.

Sono previste modifiche anche agli operatori con velocità 1 o 3. Gli sviluppatori si sono resi conto che gli operatori più veloci, che sono anche meno corazzati, erano più avvantaggiati rispetto a quelli più corazzati, che di conseguenza erano meno veloci. Per migliorare il bilanciamento tra gli operatori i due estremi sono stati avvicinati al valore mediano e quindi anche gli operatori più corazzati dovrebbero tornare a rappresentare una scelta valida per tutti.

Altre modifiche interessano la velocità con la pistola. Gli sviluppatori hanno notato che i giocatori hanno sempre mostrato una preferenza per le pistole automatiche e lo scopo della modifica è quello di spingerli a riflettere sulla scelta dell’arma secondaria. Ubisoft però ha rassicurato i suoi utenti “Non ci aspettiamo che la modifica abbia un impatto sconvolgente, ma riteniamo che sia una soluzione che valga la pena esplorare. Come per la maggior parte delle modifiche, anche in questo caso terremo d’occhio l’impatto che questi nuovi interventi avranno sia nel server di test che nei server di gioco. Nel caso ce ne fosse bisogno, saremo pronti a intervenire di nuovo sulle velocità di movimento”.

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.