Ecco Huawei Y3 (2018), il primo Android Go del brand cinese

Non è l'hardware il pezzo forte di Huawei Y3 (2018), ma il sistema operativo: Android Go sposa anche il colosso cinese

1
CONDIVISIONI

Il primo smartphone equipaggiato con Android Go del produttore cinese prende il nome di Huawei Y3 (2018), dispositivo chiaramente di fascia bassa, che potrebbe comunque regalare parecchie soddisfazioni a quanti vorranno accaparrarsene un’unità.

Partiamo con lo spendere qualche parola su Android Go, versione OS concepita da Big G per consentire anche a chi non può permettersi telefoni costosi di testare personalmente le funzionalità introdotte dalle ultime release della propria piattaforma mobile. Il piccolo entry-level ha caratteristiche tecniche che potrebbero far storcere il naso a tanti appassionati (specie a quelli abituati ad un hardware di ben altra caratura), anche se alla fin fine molto dipende dall’utilizzo che si fa del proprio smartphone, e soprattutto dal tipo di utente.

Ecco una breve rassegna delle specifiche che caratterizzano il modello: processore MediaTek MT6737, 1GB di RAM, schermo da 5 pollici con risoluzione di 854 x 480 pixel, 8GB di spazio di archiviazione (anche se espandibile tramite microSD), supporto DualSIM, 4G LTE, fotocamera principale da 8MP, batteria da 2280 mAh. Un dispositivo senza troppe pretese, che fa della versioneOS la propria arma migliore. C’è grande curiosità intorno ad Android Go, soprattutto relativamente all’esperienza utente che sarà in grado di offrire. Resta da vedere quando verrà reso disponibile all’acquisto questo fantomatico Huawei Y3 (2018), ed in particolare a che prezzo, oltre che a comprendere a quali mercati potrà rivolgersi (non è detto venga confermata la vendita per l’Europa, anche se francamente ci speriamo non poco).

Ha molte più chance di arrivare da noi l’Asus Zenfone Live L1, il modello del brand taiwanese equipaggiato con Android Go, di cui vi abbiamo parlato nel dettaglio in quest’altro articolo, che ci auguriamo possa soddisfare la vostra curiosità circa il mondo di questa specifica fetta di device, cui magari potrebbero presto far seguito molti altri.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.