Le cause della morte di Avicii: il comunicato della famiglia nell’ombra del suicidio

La famiglia di Avicii rompe il silenzio sulla sua scomparsa.

5
CONDIVISIONI

Le cause della morte di Avicii sono uno dei quesiti più frequenti tra i fan dell’artista. Perché Avicii si è spento prematuramente all’età di soli 28 anni?

Era il 20 aprile quando il giovane artista è stato ritrovato senza vita in Oman.

Massimo riserbo sulle cause della morta di Avicii che, in un primo momento, sembravano poter essere legate alla malattia di cui soffriva da diversi anni. Con il trascorrere dei giorni, i fan hanno atteso speranzosi maggiori dettagli ed informazioni a proposito del motivo della sua scomparsa precoce e solo oggi è arrivato un comunicato ufficiale da parte della sua famiglia.

La famiglia di Avicii rompe il silenzio nel quale si è chiusa per elaborare il lutto. Nel comunicato ci sono tracce silenziose del suicidio di Avicii. Si legge: “Tim non poteva più andare avanti. Voleva trovare la pace, ha lavorato a ritmi che lo hanno portato a livelli di stress estremo”.

L’assenza di una pista criminale è stata comunicata da subito  ma ora si attende un nuovo rapporto sulla scomparsa di Avicii che gli inquirenti stileranno anche a fronte delle recenti dichiarazioni delle famiglia. Le indagini sul corpo avranno sicuramente svelato le cause della scomparsa dell’artista che ha lasciato un grande vuoto in tutto il mondo.

TGcom traduce in italiano le parole riportate in inglese da Variety, provenienti da un testo in lingua svedese diramato dai familiari di Avicii:

“Il nostro amato Tim era in continua ricerca, un’anima artistica fragile alla ricerca di risposte a domande esistenziali. Un perfezionista che ha viaggiato e lavorato duramente a un ritmo che lo ha portato ad uno stress estremo. Quando ha smesso di essere in tour, voleva trovare un equilibrio nella vita per essere felice e poter fare ciò che amava di più: la musica. Soffriva dei suoi pensieri sul significato della vita e sulla felicità. Non poteva più andare avanti. Voleva trovare la pace. Tim non è stato creato per essere una macchina; era un ragazzo sensibile che amava i suoi fan ma evitava volentieri i riflettori. Lo ameremo per sempre e siamo tristi perchè ci manca […] La persona che eri e la tua musica manterranno vivo il tuo ricordo per sempre. Ti amiamo, la tua famiglia”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.