Accelerazione Samsung Galaxy S6 Edge Plus: dettagli aggiornamento di marzo (XXS4CRC4)

Aggiornato all'ultima patch di marzo il Samsung Galaxy S6 Edge Plus, al momento nel resto d'Europa

1
CONDIVISIONI

Arriva anche il turno di Samsung Galaxy S6 Edge Plus, che ha dato il via alle danze per quel che riguarda l’aggiornamento del proprio impianto software, ricevendo il pacchetto relativo alle patch di sicurezza di marzo, proprio come fatto di recente dai Galaxy S6 no brand francesi. Per l’occasione la build di nostro interesse corrisponde alla sigla ‘G928FXXS4CRC4‘, diffusa sugli sbrandizzati olandesi, di cui i dettagli relativi:

Samsung Galaxy S6 Edge Plus (PHN)
PDA: G928FXXS4CRC4
CSC: G928FPHN3CQI1
CHANGELIST: 11762721
BUILD DATE: 15.03.2018
Android security patch level: 01.03.2018

Una release, questa, che dovrebbe limitarsi ad aggiornare le patch di sicurezza, aggiungendo 49 fix per conto di Google, e pochi altri specifici per i dispositivi Samsung Galaxy, introdotti appositamente dal brand asiatico. Il produttore ha provveduto a tutelare oltremodo i driver sottesi alle connessioni USB e NFC, intervenendo inoltre su una defezione del pannello Edge.

Lo stesso pacchetto, anche se con una leggera modifica all’ultima cifra finale, è stato già distribuito sui Samsung Galaxy S6 Edge Plus in Russia, Uzbekistan, Kazakhstan, Ucraina (kyivstar), Olanda (t-mobile) e Germania (t-mobile), come potrete voi stessi verificare consultando la tabella di ‘samsung-update.com‘.

Non bisogna aspettarsi modifiche particolari a livello funzionale, trattandosi essenzialmente di una build pensata per l’upgrade delle patch di sicurezza, cosa di per sé molto importante.

Col passare dei giorni diminuiscono sempre più le speranze che i Samsung Galaxy S6 Edge Plus, insieme ai Galaxy S6 e S6 Edge, possano passare ad Android Oreo, come invece era stato annunciato da qualche divisione locale. Se non altro gli ex top di gamma continuano a sopravvivere a modo loro, tenendosi aggiornati con patch mensili continue, che spesso non vengono riservate dal produttore nemmeno ai modelli più attuali.

Attendete qualche giorno e vedrete notificarvi anche voi la disponibilità dell’aggiornamento di marzo via OTA, cui seguirà il download vero e proprio del pacchetto, che fareste meglio a scaricare sotto rete Wi-Fi.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.