Inviare e ricevere soldi con Google Assistant: da oggi si può, ma negli USA

Un'altra freccia nell'arco di Google Assistant: possibile inviare e ricevere soldi con l'uso della voce

Da questo momento con Google Assistant sarà anche possibile ricevere ed inviare piccole somme di denaro semplicemente impartendo il comando con la propria voce, e rivolgendosi direttamente all’assistente virtuale di Big G. La novità, almeno per il momento, si rivolge al solo mercato americano: prima di arrivare qui da noi potrebbe passarne di acqua sotto ai ponti, anche se la speranza, come spesso in molti casi, resta l’ultima a morire.

Vi è mai capitato di raccogliere soldi per un regalo di compleanno, organizzare cene ed eventi, e trovarvi nelle condizioni di anticipare o di dovere dei contanti ad amici e parenti? Se abitaste negli Stati Uniti verrebbe in vostro soccorso proprio Google Assistant, che, avvalendosi del sistema di pagamento mobile Google Pay (che non ha ancora messo piede in Italia, come invece accaduto ieri con Samsung Pay), recepirà il vostro comando vocale, trasformandolo subito in un fatto concreto.

Per farlo funzionare, basterà chiedere all’assistente vocale di inviare una certa somma di denaro a questo od a quel contatto annoverato nella vostra lista personale: il resto verrà da sé, in via del tutto automatica, senza che siate tenuti ad intervenire in alcun modo.

Per il momento potranno sfruttare la novità i possessori di dispositivi Android o iOS equipaggiati con Google Assistant, e solo in territorio americano (in ogni caso, la compatibilità con il sistema Google Home, praticamente sbarcato in Italia in queste ore, dovrebbe arrivare presto).

Speriamo la situazione possa evolversi per il meglio anche per quanto ci riguarda: l’Italia viene troppo spesso lasciata indietro quando c’è da apportare di queste innovazioni, che non stravolgono sicuramente la vita, ma sono comunque in grado di semplificarla a certi livelli (noi personalmente utilizzeremmo molto la funzionalità laddove risultasse disponibile). Fa comunque piacere vedere Google Assistant diventare sempre più intelligente: la cosa non può essere ignorata, né passare inosservata solo perché ancora non possiamo farne esperienza.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.