L’eleganza di Sam Smith ai Brit Awards 2018 in Too good at a goodbyes (video)

Sam Smith ai Brit Awards 2018 porta To good at a goodbyes in una versione semplice ed elegante.

7
CONDIVISIONI

Sam Smith ai Brit Awards 2018 porta Too good at a goodbyes. A meno di un mese dalla sua performance ai Grammy, l’artista torna sul palco con una versione semplice ed elegante del brano che ha voluto replicare sul palco della O2 Arena.

Il brano è estratto dal suo album The Thrill of It All, che ha debuttato al primo posto in numerose delle classifiche internazionali che ne hanno ospitato il debutto.

Nella sua esibizione, non ci sono fronzoli. L’artista ha raggiunto il centro del palco e si è spostato in tutti gli angoli con una certa disinvoltura, aiutato anche dalla regia che ne ha seguito i passi. Sam Smith dimostra quindi che non sempre è necessaria una grande scenografia o diverse presenze sul palco, per portare a casa una bella esibizione, ma sono sufficienti la propria voce e un grande talento.

L’artista ha dovuto dividere il palco con tanti altri performers che hanno arricchito la serata trasmessa dalla O2 Arena di Londra. Tra i tanti che si sono avvicendati sul palco, anche Ed Sheeran, grande protagonista della scena musicale degli ultimi anni e dominatore indiscusso delle classifiche britanniche e internazionali, compresa quella italiana.

Sam Smith è uno dei tanti artisti ad aver calcato il palco dei Brit Awards 2018. Sono stati infatti tanti gli artisti ad aver preso parte alla cerimonia di premiazione che ha visto primeggiare il talento di Dua Lipa, una tra le più premiate della serata e performer della manifestazione.

Ad aprire la manifestazione è stato Justin Timberlake, che è anche tornato sul palco dopo il rilascio del nuovo album che ne ha segnato il ritorno sul mercato con un nuovo singolo in radio da qualche settimana. Attesissimo anche Liam Payne, che ha cantato con Rita Ora, così come i Foo Fighter, che hanno confermato la loro anima rock.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.