Tempi vendita Google Home in Italia: ci sono delle possibili novità

Nel corso del 2018 potremmo assistere alla disponibilità di Google Home in Italia

Potrebbe quasi essere arrivato il momento di Google Home in Italia: Big G ha grandi progetti per il suo smart speaker, e non ci meraviglieremmo affatto se nel corso del 2018, come suggeriscono le ultime indiscrezioni, lo vedessimo disponibile anche per il nostro territorio, dove ricordiamo già essere arrivato Google Assistant, ormai già da alcuni mesi (era novembre quando ebbe inizio il roll-out, per poi dipanarsi a ridosso di tutti gli account nelle settimane seguenti).

A margine dell’evento ‘Google Digital News Initiative‘, ha fatto la propria comparsa un’immagine, anche se non direttamente verificata dal leaker (Elger van der Wel, ndr.), in cui si fa riferimento alla diffusione nel 2018 dei prodotti griffati ‘Assistant’, senza fare distinzione lo smart speaker e l’assistente virtuale.

Come potete vedere, le aree colorate di blu sono quelle che, durante i prossimi mesi e comunque entro la fine dell’anno in corso, dovrebbero essere raggiunti a pieno titolo dalla tecnologia. Dato che un prodotto non esclude l’altro (anzi, i due sono a tutti gli effetti complementari), abbiamo avuto modo di dedurre Google Home possa debuttare anche in Italia tra non molto tempo, insieme a tutti i servizi associati.

In ogni caso, la qui presente slide non porta in alcun punto il marchio del colosso di Mountain View, quindi la notizia è da prendere sicuramente con le dovute misure, senza dar nulla per scontato. Al momento lo speaker intelligente Google Home lo si può reperire in soli 7 mercati, tra cui quello australiano, canadese, tedesco, francese, nipponico, inglese ed americano.

L’ingresso in scena del territorio italiano andrebbe ad aggiungersi a parentesi europee già consolidate, come alcune di quelle appena citate. Se ne saprà sicuramente di più nelle prossime settimane: saremo lieti di tenervi aggiornati su ogni eventuale sviluppo relativo alla questione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.