Bassissimo prezzo iPhone 6 con Wind a 5 euro al mese: perché conviene ancora acquistarlo

L'iPhone 6 a condizioni vantaggiose con l'operatore arancione: Aspetto tecnico e software da tenere in considerazione.

7
CONDIVISIONI

Incredibile ma vero, l’iPhone 6 ad un prezzo più che interessante con Wind è il protagonista di una nuova promozione via SMS a buona parte dei clienti dell’operatore  arancione. Altro che melafonino pensionato, il sempreverde smartphone potrebbe tornare alla ribalta proprio per l’offerta allettante del vettore che lo propone a 5 euro al mese in abbinamento ad una SIM ricaricabile. Vediamo le condizioni previste e soprattutto cerchiamo di capire se valga la pena o meno di approfittare della proposta.

Come ci segnalano i colleghi di MondoMobileweb, la campagna via SMS per proporre proprio l’iPhone 6 sarebbe appena partita.  Possono aderire all’iniziativa solo i clienti ricaricabili con SIM attiva con tutti i piani All Inclusive (tranne che per la All Inclusive Unlimited Under 30) ma pure con tariffa Call Your Country . I rinnovi mensili di 5 euro dureranno per 30 mensilità, mentre l’anticipo da versare alla sottoscrizione del contratto direttamente in negozio Wind è di 99,90 euro. A conti fatti, dunque, il vecchio melafonino verrà a costare 250 euro, un prezzo davvero concorrenziale considerando che la maggioranza degli store online lo propongono solo a partire dai 320 euro.

Perché converrebbe ancora puntare sull’iPhone 6 con Wind? Il prezzo è appetibile, come già detto e a questo va ad aggiungersi il surplus di 2 GB di connessione internet al mese di cui usufruire durante tutto il periodo del contratto con l’operatore mobile senza alcun costo aggiuntivo. Dal punto di vista hardware, al contrario, cosa rende ancora il vecchio melafonino valido? La variante proposta è quella con memoria interna da 32 GB: il display Retina è da 4.7 mentre il chip Apple è quello A8  con architettura a 64 bit e un processore 1.4 GHz Dual Core. Spazio alla pur sempre valida fotocamera principale  da 8 MP con stabilizzazione ottica dell’immagine e naturalmente ad un design ineccepibile made in Cupertino. Insomma, il device, magari per non patiti dei telefoni all’ultima moda, resta una buona soluzione al suo costo basso: altro elemento fondamentale infine da tenere in considerazione è il fatto che lo smartphone oltre a poter beneficiare ora del sistema operativo iOS 11, potrà di certo approdare anche ad iOS 12, il prossimo autunno per un supporto software rinnovato ancora per una nuova generazione di firmware. Niente male, insomma.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.