Lo strano caso di Zerovskij di Renato Zero, si attende ancora il DVD: Sanremo 2018 sì o no?

Zerovskij di Renato Zero verso la pubblicazione del DVD? Un estratto del live potrebbe sbarcare a Sanremo 2018.

671
CONDIVISIONI

Zerovskij di Renato Zero aspetta ancora di essere raccolto in un DVD. Lo spettacolo che l’artista romano ha concepito per i suoi primi 50 anni di carriera è rimasto nell’immaginario dei molti che lo hanno seguito nelle date estive che ha tenuto in giro per l’Italia, anche se manca il supporto fisico il quale sarà possibile rivivere le emozioni di quei mesi.

C’è chi grida al flop, prontamente placato da coloro che invece hanno compreso il messaggio dell’artista e ricordano con estremo piacere i personaggi dello spettacolo monumentale tenuto da Fiacchini, partito con una residency di 6 giorni al Foro Italico di Roma.

La speranza è quella di vedere ancora Zerovskij nelle grandi arene, anche se a stretto giro di giorni potremmo anche accontentarci si una sua calata al Festival di Sanremo – magari – per presentare il DVD legato al progetto per il suo cinquantennale di carriera.

Il tour che Renato Zero ha pensato per i suoi primi 50 anni di musica non è proseguito come molti auspicavano, anche se alcuni pensano che la tournée potrebbe riprendere presto e regalare nuove emozioni. Sul fronte dello staff non sono arrivate conferme ufficiali sulla sua presenza sul palco del Teatro Ariston, che avtà inizio il 6 febbraio prossimo con la conduzione di Claudio Baglioni e la collaborazione di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.

Ambizioso il progetto di Zerovskij, con cui Renato Zero ha voluto festeggiare i suoi primi 50 anni di carriera. Abbiamo conosciuto l’amore e la morte, la vita e l’odio, in uno spettacolo che l’artista capitolino ha tessuto finemente in tutte le sue trame. Con lui, l’Orchestra Filarmonica della Franciacorta e un cast di attori di primo livello, che ha dimostrato grande affiatamento sul palco replica dopo replica.

Non è quindi dato sapere se Renato Zero sia sul palco del Teatro Ariston, se per presentare Zerovskij o per amicizia con Claudio Baglioni, ma è certo che Zerovskij non sarà un’opera dimenticata.

Commenti (7):

Francesca Licopoli

Ho assistito alla prima a Roma…Non è la prima volta che Renato Zero tenta la strada di un’opera musicale.questa volta si è superato ,regalandoci in musica ,artisti,coro in lavoro unico per palati sopraffin.odio,amore ,tempo…femminixidio hanno regalato un salto di qualità e tutto il pubblico che lo ha apprezAto.

Giacomina Multineddu

Dalla prima all’ultima rappresentazione, un crescendo di un Opera senza uguali che rappresenta la vita di tutti i giorni, con le debolezze e nefandezze, ma anche con l’amore, il perdono e la pietà. Renato si e’ regalato un capolavoro per i 50 anni di carriera, un capolavoro che ha regalato anche a noi. Zerovskij ti aspettiamo ancora. Giacomina

Daniela Frailich

I 50 anni di carriera per molti avrebbe dovuto essere un contenitore dei successi di tutto il suo percorso canoro. Cosa più scontata che proprio da Lui non ci si doveva aspettare. Ha messo su un’Opera grandiosa, un ‘Opera dove c’era tanto di Lui, c’era tutto il Suo essere Artista, ed io lo ringrazierò a vita per essere rimasto sempre fedele alle Sue idee.

Antonella Allenza

Purtroppo non sono riuscita ad andare a vedere il concerto, ma so di certo che è stato stupendo. E poi, Renato è Renato, non ci si può aspettare da lui sempre il solito concerto,è proprio questo il bello di lui!! Sempre grande, sempre meraviglioso!!! Spero esca il dvd…

Gino

Zerovskij è un opera allo stato puro… quale Artista c’è cgevha 50 anni di carriera abbia scritto un opera inedita… spettacolo stupendo, con Artisti di prima x non parlare dei maestri.. Zerovskij è un opera x l’eccellenza.. spero al dvd

Maury

Zerovskij e’ stato grandioso ed è stato apprezzatissimo dai più. Certo, non tutti potevano capirlo, specie chi ha mente chiusa e pensa di scambiare Renato per un juke box. Addirittura ho visto gente allo spettacolo che nemmeno aveva ascoltato il cd…starsene a casa invece di andare agli eventi totalmente impreparati e sputare poi veleno proprio no?

Lascia un commento: