The Handmaid’s Tale ai Golden Globes 2018 conquista tutto e conferma di nuovo il suo successo (video)

Doppietta per The Handmaid's Tale ai Golden Globes 2018 che conferma nuovamente il suo successo con miglior drama e miglior attrice.

12
CONDIVISIONI

Grande successo per The Handmaid’s Tale ai Golden Globes 2018: la serie tv, tra le rivelazioni dello scorso anno, si aggiudica la statuetta come miglior serie drammatica e fa guadagnare a Elisabeth Moss il premio come miglior attrice in un ruolo drammatico.

La commozione è tanta, sebbene sia stata una doppia vittoria scontata: i pronostici puntavano tutto su The Handmaid’s Tale ai Golden Globes 2018, che ha dimostrato di non avere rivali. Lo scorso anno, la serie tv prodotta da Hulu – in onda in Italia su Tim Vision – si era aggiudicata ben otto premi Emmy, tra cui miglior drama, miglior attrice, miglior attrice non protagonista e miglior guest star per Alexis Bledel.

Sul palco, a ritirare il premio, è salita Elisabeth Moss, vestita rigorosamente in nero come molte sue colleghe, per unirsi al grido di protesta contro le molestie sessuali. Emozionata, l’attrice ha ringraziato tutti tra il cast e la crew di The Handmaid’s Tale, leggendo anche un messaggio di Margaret Atwood, scrittrice dell’omonimo romanzo da cui è tratta la serie:

“Noi eravamo le persone che non sono sui giornali, noi viviamo nello spazio bianco nell’era della stampa, ci dà più libertà. Viviamo tra i buchi della storia.”

L’attrice ha poi ringraziato la Atwood per la grande ispirazione che ha dato alle donne, uscite allo scoperto per denunciare le intolleranze e le disuguaglianze della società.

Per ritirare il premio come miglior serie drammatica, il cast è salito sul palco, dove lo showrunner ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito a rendere The Handmaid’s Tale lo show che conosciamo oggi. Anche in questo caso, attori e attrici si sono presentati in abiti e smoking neri, per mostrare la loro solidarietà alle vittime di abusi e molestie. E The Handmaid’s Tale, vincendo nuovamente e sbaragliando la concorrenza, continua a lanciare il suo messaggio di denuncia verso una società sessista.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.