Ryan Murphy sul ruolo di Tatiana Maslany in Pose, esclusa durante le riprese: “La amo, lavorerò con lei”

Le dichiarazioni di Ryan Murphy sul ruolo di Tatiana Maslany in Pose, riscritto ed interpretato da un'altra attrice: "Serviva una Debbie Allen"

78
CONDIVISIONI

La notizia della sua esclusione aveva fatto molto rumore: il ruolo di Tatiana Maslany in Pose è stato riscritto ed affidato ad un’altra attrice per ragioni creative legate alla funzionalità del personaggio, ma dalle parole del creatore della serie Ryan Murphy emerge ora qualche nuovo dettaglio.

Ospite ai panel della TCA – Television Critics Assotiation – a Los Angeles, lo showrunner della nuova serie FX, un musical sulla danza e la cultura LGBT nata negli anni Ottanta, ha confermato di aver sostituito Tatiana Maslany per motivi legati alla trama di Pose, ma ha anche aggiunto di aver preso questa decisione girando il pilot.

In sostanza Murphy si è reso conto solo durante le riprese del primo episodio di aver scelto un’attrice troppo giovane per quel ruolo, riscritto per essere quello di una donna afroamericana di 50 anni e ora interpretato da Charlayne Woodard di The Leftovers.

Quando abbiamo iniziato a girare l’episodio pilota, è diventato evidente per me che fosse una donna molto giovane. Sentivo che, lavorando con il nostro giovane cast, avevamo bisogno di una figura più anziana che quel mondo potesse essere l’insegnante di danza. Qualcuno che fosse di una generazione diversa, che fosse più un mentore… Avevamo bisogno di un personaggio alla Debbie Allen insomma. Siamo tutti d’accordo sul fatto che sia stata la scelta giusta per lo spettacolo.

Dunque, per la serie Murphy aveva bisogno di un personaggio nello stile di quello interpretato da Debbie Allen in Fame. Strano però che solo in fase di riprese si sia accorto della giovane età della Maslany, poliedrica star di Orphan Black che di anni ne ha soli 32.

Lo showrunner ha comunque aggiunto che “ama” l’attrice e che intende “disperatamente” lavorare con lei in futuro. Nessun commento, per ora, da parte dell’attrice canadese che si è vista sfilare il primo ruolo importante dopo la conclusione dalla saga di Orphan Black durata cinque stagioni e per la quale ha vinto un premio Emmy come miglior attrice in una serie drammatica.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.