Il caso Harvey Weinstein fa inorridire il cinema: le reazioni di Angelina Jolie, Kate Winslet e Rose McGowan

Anche l'attrice di Streghe Rose McGowan sarebbe una delle vittime del produttore Harvey Weinstein, contro il quale si sta scagliando sui social

3
CONDIVISIONI

Lo star system è stato scosso dal terribile caso di Harvey Weinstein: il produttore, co-fondatore della Miramax, è stato accusato di violenza sessuale nei confronti di alcune giovani attrici, tra le quali spiccano anche nomi noti nel panorama cinematografico.

Angelina Jolie, Gwyneth Paltrow, Asia Argento e Rose McGowan: sono solo alcuni dei nomi delle vittime, che hanno dichiarato di aver avuto in qualche momento della loro carriera un incontro spiacevole con Weinstein, immediatamente licenziato dalla sua casa di produzione dopo l’esplosione dello scandalo.

“Ho avuto una brutta esperienza con Harvey Weinstein durante la mia gioventù e, come risultato, ho scelto di non lavorare mai più con lui e di avvertire gli altri quando accettavano di farlo” ha spiegato la Jolie in un’email inviata al The Times, specificando che l’accaduto risale agli anni ’90, durante la distribuzione del film Scherzi del cuore.

Simile la storia di Gwyneth Paltrow, intercettata da Weinstein quando aveva solo 22 anni: “Ero una ragazzina, avevo firmato, ero pietrificata” ha svelato l’attrice, parlando poi di come un incontro nella stanza d’hotel di Weinstein durante la promozione di Emma sia risultata in un tentato approccio sessuale. La Paltrow ha detto poi di aver confessato tutto al fidanzato dell’epoca, Brad Pitt, che ha confrontato a parole il produttore.

“Se fossi stata una donna forte gli avrei tirato un calcio nelle palle e sarei scappata. Ma non l’ho fatto” ha poi ammesso Asia Argento, che ha parlato di come solo ventunenne abbia dovuto soccombere alle violenze del produttore. Il film da lei diretto e interpretato, Scarlet Diva, nasconderebbe un riferimento proprio ad un episodio del genere.

Diversa la scelta di Rose McGowan, che ha fatto di Twitter il teatro della sua battaglia contro Harvey Weinstein. “Questa è la ragazza che è stata ferita da un mostro. Ecco chi state infangando con il vostro silenzio” ha scritto l’attrice di Streghe, accompagnando con queste parole una foto che la ritrae da ragazzina. Il profilo della McGowan è attualmente pieno di tweet al vetriolo contro il produttore e tutti coloro che, pur sapendo delle sue azioni, hanno preferito tacere.

Oltre ai messaggi di chi è stata vittima di questo insospettabile mostro, non sono mancate le reazioni delle colleghe, come Kate Winslet. “Il fatto che queste donne stiano iniziando a parlare della orribile condotta di uno dei nostri più importanti e rispettati produttori è incredibilmente coraggioso ed è stato incredibilmente scioccante da sentire” ha detto la Winslet a Variety, “Non ho dubbi che per queste donne sia stato, e continui ad essere, un momento estremamente traumatico”.

Il supporto alle vittime di Weinstein è arrivato anche da due delle giovani attrici più rappresentative degli ultimi anni: Jennifer Lawrence – “Sono rimasta profondamente turbata nel sentire le notizie sul comportamento di Harvey Weinstein” -, ed Emma Watson, che ha twittato la sua vicinanza alle colleghe.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.