Mistero sulla morte di John Heard, volto de I Sopranos e Mamma ho perso l’aereo (video)

Morto a 72 anni in circostanze da chiarire l'attore John Heard, star de I Sopranos e Mamma ho perso l'aereo (video)

212
CONDIVISIONI

Si è spento l’attore John Heard, volto noto del cinema e della serialità americane per la partecipazione a tanti film e serie tv di successo, a partire dalle due pellicole Mamma, ho perso l’aereo del ’90 e Mamma ho riperso l’aereo del ’92, entrambe dirette da Chris Columbus.

L’attore 72enne è stato trovato morto venerdì in una camera d’albergo di Palo Alto, in California, ma la causa del decesso non è ancora stata resa nota, riporta TMZ. A trovare il corpo è stato il personale del servizio di pulizia dell’hotel in cui Heard stava alloggiando in attesa di un ricovero per un piccolo intervento chirurgico alla schiena.

Nato il 7 marzo 1945 a Washington, Heard ha trovato la popolarità con i primi ruoli al cinema e in tv a partire dalla metà degli anni Settanta, dopo aver debuttato a Broadway. Il suo primo ruolo importante è arrivato con la commedia romantica Chilly Scenes of Winter nel 1979. Memorabili i ruoli negli anni ’80 in Alla maniera di Cutter, in cui interpretava l’amante di Nastassja Kinski, nel remake di Cat People (Il bacio della pantera) del 1983 e nel 1984 in Fuori orario di Martin Scorsese. Altri film cui prese parte in quel periodo furono In viaggio verso Bountiful, Omicidio in diretta di Brian De Palma e Milagro di Robert Redford. Nel 1988 ha interpretato il ragazzo di Elizabeth Perkins in Big e recitato con Bette Midler in Spiagge.

Sul piccolo schermo, il curriculum di Heard include l’adattamento tv di The Client di John Grisham, le partecipazioni a Jack & Bobby, NCIS-Los Angeles, Miami Vice e Prison Break e, più recentemente, agli episodi di Modern Family e MacGuyver.

Per la sua partecipazione a I Sopranos nei panni del poliziotto corrotto Vin Makazian ha guadagnato una nomination agli Emmy.

Sposato e divorziato per tre volte, quasi sempre con matrimoni-lampo, lascia i tre figli Jack, Max e Annika.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.