Raphael Gualazzi ai Wind Music Award canta L’estate di John Wayne col piano (video)

Raphael Gualazzi sul palco dell'Arena di Verona non canta la sua ultima creazione "La fine del mondo", ma propone "L'estate di John Wayne".

7
CONDIVISIONI

Raphael Gualazzi ai Wind Music Award porta a casa il disco d’oro per il suo ultimo album Love Live Peace, premio che gli è stato consegnato direttamente dai conduttori Vanessa Incontrada e Carlo Conti.

Il cantante, classe 1981, ha vinto il Festival di Sanremo nella sezione Giovani nel 2011 con Follia D’amore, brano con cui si è presentato nello stesso anno all’Eurovision Song Contest. Follia d’amore era stata per l’occasione tradotta in inglese con il titolo Madness of Love, permettendo a Gualazzi di classificarsi secondo e di ottenere così il miglior posizzionamento italiano dai tempi della vittoria di Toto Cutugno con Insieme: 1992.

Quest’anno sembrava che l’Italia potesse nuovamente avere la vittoria in tasca all’Eurofestival, grazie a un altro talento che si è esibito ai Wind Music Awards questa sera, Francesco Gabbani con la sua Occidentali’s Karma, che però nonostante fosse tra i favoriti è riuscito a classificarsi solamente quinto.

Nel 2016 è uscito il quarto disco di Raphael Gualazzi Love Live Peace, da cui è stato estratto il singolo con cui si è esibito stasera all’Arena di Verona L’estate di John Wayne. ui sono seguiti Lotta Things, brano completamente in inglese, e Buena Fortuna, duetto con Malika Ayaneanticipato in ottobre come sigla finale della riedizione di Rischiatutto condotto da Fabio Fazio.

Settimana scorsa Gualazzi ha pubblicato il videoclip del suo nuovo singolo La fine del mondo, che sicuramente proporrà live nel corso del tour in programma per tutta Italia durante l’estate. Tra le date previste, un nuovo concerto a Verona il 23 giugno e la partecipazione il 16 luglio al Collisioni a Barolo.

Raphael Gualazzi ai Wind Music Award 2017 ha interpretato accompagnandosi come suo solito con il pianoforte.

Alla sua performance sono seguite le esibizioni di Mario Biondi e Sergio Sylvestre, che hanno portato una ventata di black music sul palco dell’Arena di Verona.

IL VIDEO DELLA PERFORMANCE DI RAPHAEL GUALAZZI COMINCIA AL MINUTO 02:23:40

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.