The Legend of Zelda guarda la futuro, grandi i piani di Eiji Aonuma

Parola d'ordine: innovazione! Questo il futuro che attende la serie approdata anche su Nintendo Switch lo scorso 3 marzo

9
CONDIVISIONI

The Legend of Zelda Breath of the Wild ha sancito ufficialmente l’approdo di Link e soci all’intenro della nuova generazione di console Nintendo, con l’edizione per Nintendo Switch che faceva compagnia a quella per Wii U sugli scaffali dei negozi: a poco più di due mesi dal suo arrivo sul mercato, e con le espansioni ormai pronte a palesarsi all’interno del titolo, gli sviluppatori sembrano proiettare già il proprio sguardo al futuro della saga.

A riferirlo sono i colleghi di Segmentnext.com, che riportano le parole di Aiji Aonuma, creatore del brand di The legend of Zelda: “(Quella di Link e soci) è una serie che va avanti da tanto tempo, e in parole povere forse tutti hanno pensato che fare una riforma del genere non sarebbe stato facile. E forse anche per questo che i giocatori che hanno avuto modo di provare la serie prima sono stati sorpresi e, assieme alla stampa specializzata, hanno accolto il gioco con ardore”.

Ovviamente non è stata una sfida semplice, dal momento che, come affermato dallo stesso Aonuma, “Non è una cosa facile rispondere alle aspettative di tutti i nostri utenti, ma con questo gioco ho scoperto che il significato di continuare a creare le serie è proprio lì, e in futuro vorrei continuare a sfornare sorprese che superino le aspettative di tutti i videogiocatori”.

Importanti premesse quelle alla base del possibile futuro della serie The Legend of Zelda, e che lasciano ben sperare in virtù anche di quanto di buono visto in questa sua ultima apparizione su Nintendo Switch e Wii U: ovviamente è ancora presto per poter parlare di qualcosa di concreto, con l’E3 2017 che si concentrerà ovviamente ancora sull’ancora freschissimo The Legend of Zelda Breath of the Wild ma, per il prossimo capitolo, la foltissima community può stare certa che non si scadrà nella banalità. Parola di Eiji!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.